NBA 2018/19, Recap 9 Dicembre: Colpaccio Bucks a Toronto. Bene Pelicans, Spurs e Hornets

La NBA Sunday ha riservato agli appassionati quattro sfide, con il piatto forte servito alla Scotiabank Arena di Toronto, dove i Raptors hanno ospitato i Milwaukee Bucks. Ad imporsi, al termine di una sfida equilibrata e decisa negli ultimi istanti, sono stati Antetokounmpo e compagni, capaci di piazzare il colpo di reni decisivo a cavallo dell’ultimo minuto di gioco. In evidenza Giannis (19+19 rimbalzi e 6 assist), Brogdon (18) e Lopez (19); ai Raptors, al contrario, non sono stati sufficienti Ibaka (22+6 rimbalzi), Leonard (20+8 rimbalzi) e VanVleet dalla panchina (19).

Importante colpo esterno dei Milwaukee Bucks, che espugnano il parquet dei Toronto Raptors (foto da: youtube.com)

Altra sfida interessante alla Little Caesars Arena di Detroit, dove i Pistons sono incappati nel 3° ko consecutivo, battuti dai New Orleans Pelicans. Ospiti in controllo per gran parte del match, con massimo vantaggio a 5’03” da fine terzo quarto (78-62); i Pistons rientrano fino al -2 (93-91 a 10’13” dalla sirena conclusiva), per poi mollare nel finale. Con un Davis a mezzo servizio causa piccolo infortunio nel secondo periodo, spiccano Holiday (37) e Randle (28+6 rimbalzi). I vari Griffin (35), Galloway (24) e Drummond (23+19 rimbalzi) non evitano la sconfitta alla franchigia di MoTown.

La terza vittoria esterna su quattro della notte ha visto protagonisti gli Charlotte Hornets, corsari al Madison Square Garden contro i New York Knicks. Una partita che ha visto la squadra di coach Borrego volare fin quasi al +30 nel terzo periodo, per poi mollare un pò la presa nel quarto conclusivo. Bene Walker (25+6 rimbalzi+6 assist e 4 rubate) e Lamb (19), mentre Knox (26+15 rimbalzi) e Hardaway Jr. (21) sono i migliori per i Knicks.

Chiudiamo con il successo dei San Antonio Spurs sugli Utah Jazz. All’AT&T Center i texani, sospinti da DeRozan (26+8 assist e 6 rimbalzi), Gay (23+15 rimbalzi) ed Aldridge (20+6 rimbalzi), la chiudono nella seconda metà di quarto periodo, dopo aver quasi buttato un vantaggio di +18 all’intervallo lungo (36-54). Mitchell (27) e Rubio (26) non bastano a Utah per schivare la 14° L stagionale in 27 partite (stesso record di San Antonio tra l’altro).

Di seguito, il riepilogo della notte:

NEW ORLEANS PELICANS (14-14) @ DETROIT PISTONS (13-11) 116-108

MILWAUKEE BUCKS (17-8) @ TORONTO RAPTORS (21-7) 104-99

UTAH JAZZ (13-14) @ SAN ANTONIO SPURS (13-14) 97-110

CHARLOTTE HORNETS (13-13) @ NEW YORK KNICKS (8-20) 119-107

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo