NBA 2018/19, recap 11 Gennaio: tutto facile per Warriors, Raptors e Rockets. Sconfitte per Bucks, Sixers e Lakers

La notte NBA ha visto disputarsi nove partite, con un’alternanza di risultati scontati e qualche sorpresa. Alla seconda categoria appartiene lo stop dei Milwaukee Bucks, sconfitti senza Antetokounmpo alla Capital One Arena di Washington dai Wizards. Molto bene Beal (32+7 assist), Ariza e Green (20 a testa a referto) e Satoransky (prima tripla-doppia in carriera con 18+12 rimbalzi e 10 assist); agli ospiti non bastano Middleton (25+8 rimbalzi) e Bledsoe (18+9 assist ed 8 rimbalzi). Ne approfittano i Toronto Raptors, vincenti alla Scotiabank Arena ai danni dei Brooklyn Nets, grazie ad una gran parte centrale di partita (40-71 tra secondo e terzo periodo) e ad otto giocatori in doppia cifra (Leonard (20+11 rimbalzi) il migliore). Russell (24+9 assist e 6 rimbalzi) è il top-scorer della squadra di coach Atkinson.

Nella netta vittoria della Oracle Arena contro i Chicago Bulls, Stephen Curry si è portato al 3° posto all-time come triple realizzate in carriera (foto da: youtube.com)

Tutto facile per Golden State Warriors e Houston Rockets. Alla Oracle Arena, i californiani schiantano i Chicago Bulls, guidati da Thompson (30), Curry (28+8 assist) e Durant (22); menzione d’obbligo per il #30 che, con le 5 triple messe a segno, sale a 2.283 triple in carriera, scavalcando Jason Terry (2.282) ed issandosi al 3° posto all-time. Il solito LaVine (29) si salva nei Bulls. Al Toyota Center, i Rockets fanno lo stesso contro i derelitti Cleveland Cavaliers (12.esimo ko di fila), con il consueto show di Harden (43+12 assist e 10 rimbalzi, 15.esima partita da 30+ punti consecutiva). Zizic (18+8 rimbalzi) il meno peggio nei Cavs. Stesso discorso anche per i Portland Trail Blazers che, al Moda Center, asfaltano gli Charlotte Hornets. Sugli scudi McCollum (30+6 rimbalzi) e Lillard (20+4 stoppate e 3 rubate); Walker (18) l’unico a salvarsi nella squadra di coach Borrego.

Pesante ko per i Los Angeles Lakers, nettamente battuti alla Vivint Smart Home Arena di Salt Lake City per mano degli Utah Jazz. Decisivo un secondo quarto da 15-30 per i padroni di casa, con Mitchell trascinatore (33+9 assist); Beasley (17) il migliore negli angeleni. Si fermano anche i Philadelphia 76ers, sorpresi al Wells Fargo Center dagli Atlanta Hawks. Partita molto combattuta, decisa da un canestro di Collins (25+9 rimbalzi) a 9.7″ dalla fine. Top-scorer Huerter (29), positivi anche Dedmon (19+8 rimbalzi e 7 assist) e Young (18). Non bastano Butler (30), Simmons (23+15 assist e 10 rimbalzi) e Redick (20 ma 7/21 dal campo) ai Sixers.

Tutto come da pronostico per gli Indiana Pacers, corsari al Madison Square Garden di New York contro i Knicks, con Sabonis (22+15 rimbalzi) e Oladipo (19+6 assist) in evidenza. Mudiay (21) il top-scorer nella squadra di coach Fizdale. Chiudiamo con un’altra vittoria esterna, quella dei Dallas Mavericks al Target Center di Minneapolis contro i Minnesota Timberwolves. Un match che ha visto più volte i texani provare la fuga, rischiando però anche di perderla nel finale. Ma c’è Doncic (29+12 assist e 8 rimbalzi), che infila la tripla del sorpasso definitivo a 23.8″ dal termine, consolidato dai due liberi di Barnes (23) con 7″ sul cronometro. Towns (30+11 rimbalzi e 4 stoppate) il migliore nei Twolves.

Di seguito, il riepilogo della notte:

ATLANTA HAWKS (13-29) @ PHILADELPHIA 76ERS (27-16) 123-121

MILWAUKEE BUCKS (29-12) @ WASHINGTON WIZARDS (18-25) 106-113

INDIANA PACERS (28-14) @ NEW YORK KNICKS (10-32) 121-106

BROOKLYN NETS (21-23) @ TORONTO RAPTORS (32-12) 105-122

CLEVELAND CAVALIERS (8-35) @ HOUSTON ROCKETS (24-17) 113-141

DALLAS MAVERICKS (20-22) @ MINNESOTA TIMBERWOLVES (20-22) 119-115

LOS ANGELES LAKERS (23-20) @ UTAH JAZZ (22-21) 95-113

CHARLOTTE HORNETS (19-22) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (26-17) 96-127

CHICAGO BULLS (10-32) @ GOLDEN STATE WARRIORS (28-14) 109-146

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo