NBA 2017/18, recap 6 Gennaio: Curry schianta i Clippers. Cavs e Celtics ok a fatica. Rockets ko

La serata dell’Epifania porta in dono agli appassionati, oltre alle otto partite in programma, uno Stephen Curry formato 5 stelle che, con una prestazione super, trascina i Golden State Warriors alla 10° vittoria esterna consecutiva, ottenuta allo Staples Center ai danni dei Los Angeles Clippers. Il due volte MVP mette a referto 17 punti nel primo quarto, 29 a metà partita, 45 in poco meno di 30′ in campo (11/21 dal campo, 8/16 da tre, con 6 rimbalzi), conducendo i suoi ad una vittoria messa in cassaforte nella seconda metà di terzo periodo, quando il gap con gli avversari raggiunge anche il +30 (103-73). Clippers sfortunati: con Gallinari ancora out, si ferma prima del match Teodosic (fascite plantare); a fine primo quarto, quindi, ecco lasciare il campo Griffin, dopo aver ricevuto una gomitata involontaria in testa da McGee. Il migliore, alla fine, è Louis Williams (23).

Uno spumeggiante Stephen Curry ha dato spettacolo allo Staples Center di Los Angeles, dove i Warriors hanno sconfitto i Clippers (foto da: warriorscentral.com)

Successo esterno sofferto per i Boston Celtics, messi alle corde al Barclays Center dai Brooklyn Nets. I padroni di casa lottano, toccano anche il +10 a poco più di un minuto dalla pausa lunga (34-44), per poi soccombere ad Irving (21+6 rimbalzi con 8/22 dal campo) e alla tripla di Tatum con 45″ da giocare. Da sottolineare che Brooklyn, negli ultimi istanti, ha avuto ben tre occasioni per impattare, ma prima Harris è stato stoppato da Irving, poi Hollis-Jefferson ha sbagliato due volte. Dinwiddie (20) è stato il top-scorer per i Nets. Sudano anche i Cleveland Cavaliers, ok all’Amway Center, casa degli Orlando Magic. Trascinati dal trio James (33+10 rimbalzi+9 assist e 6 rubate)-Love (27)-Wade (16+9 rimbalzi), i ragazzi di coach Lue sembrano metterla in cassaforte nel terzo periodo, dominato con un 40-23 di parziale, per il 107-87 al 36′. Ma i Magic, sfruttando anche un rilassamento precoce dei Cavs, piazzano un 24-40 negli ultimi 12′, risalendo anche fino al -3. In evidenza, per i floridiani, Gordon (30+8 rimbalzi), Payton (20+7 rimbalzi) e Fournier (18).

Cadono ancora gli Houston Rockets che, alla Little Caesars Arena di Detroit, incappando nella 7° sconfitta nelle ultime 9 partite. I Pistons allungano nel terzo periodo, consolidando il vantaggio nella seconda parte di quarto periodo (84-100 a 4’17” dalla fine). I texani, nel finale, riescono solo a limitare lo svantaggio, con Paul (16+13 assist e 7 rimbalzi) che non basta per evitare il ko. Senza Drummond, a trascinare la franchigia di MoTown è Tobias Harris (27+8 rimbalzi). I Minnesota Timberwolves ripartono dopo due ko di fila, sconfiggendo nettamente al Target Center i New Orleans Pelicans. Partita dominata dagli uomini di coach Thibodeau, e chiusa prima del 36′, quando il punteggio recitava un emblematico 57-91. Bene per Minnesota Towns (21+16 rimbalzi), Butler (21+8 assist e 7 rimbalzi) e Wiggins (20+8 rimbalzi); Cousins non basta a New Orleans (23+15 rimbalzi).

Battaglia alla Capital One Arena di Washington, dove i Milwaukee Bucks sconfiggono a domicilio i Wizards, grazie ad un ottimo quarto periodo (28-18) e al solito Antetokounmpo (34+12 rimbalzi e 7 assist), ben coadiuvato da Bledsoe (21) e Middleton (20). Beal (20), Gortat (17+7 rimbalzi) e Wall (16+16 assist) non sono sufficienti ai Capitolini. Vittoria netta ed indiscutibile degli Indiana Pacers, che spazzano via i Chicago Bulls alla BankersLife Fieldhouse. Dopo aver resistito nel primo quarto, gli ospiti crollano nel secondo (11-33 il parziale), fino al -39 finale. Oladipo, al rientro, è il migliore (23+9 assist), spalleggiato da Sabonis (22); Portis (15) il meno peggio dei Bulls. Infine, al Golden 1 Center di Sacramento, i Kings giocano un brutto scherzo ai Denver Nuggets, sospinti da Fox (18+7 assist), Cauley-Stein (17+7 rubate) e un Carter da 10 punti su 12 nel quarto periodo (con anche 8 rimbalzi). Non è sufficiente agli ospiti il quartetto Lyles (19+9 rimbalzi)-Murray (18)-Barton (17+6 assist)-Harris (17).

Di seguito, il riepilogo della notte:

GOLDEN STATE WARRIORS (32-8) @ LOS ANGELES CLIPPERS (17-21) 121-105

BOSTON CELTICS (33-10) @ BROOKLYN NETS (15-24) 87-85

CHICAGO BULLS (14-26) @ INDIANA PACERS (20-19) 86-125

CLEVELAND CAVALIERS (26-13) @ ORLANDO MAGIC (12-28) 131-127

HOUSTON ROCKETS (27-11) @ DETROIT PISTONS (21-17) 101-108

MILWAUKEE BUCKS (21-17) @ WASHINGTON WIZARDS (23-17) 110-103

NEW ORLEANS PELICANS (19-19) @ MINNESOTA TIMBERWOLVES (25-16) 98-116

DENVER NUGGETS (21-18) @ SACRAMENTO KINGS (13-25) 98-106

*Tra parentesi, i record delle varie squadre. 

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo