NBA 2017/18, recap 5 Febbraio: Wizards, Nuggets, Jazz e Pistons ancora vincenti

Sette le partite della notte NBA, con alcune squadre che hanno confermato di vivere un momento di forma più che positivo. Al top troviamo gli Utah Jazz che, allo Smoothie King Center di New Orleans, battono i Pelicans (1-4 senza Cousins) e trovano la 6° vittoria di fila. I ragazzi di coach Snyder, sospinti da Hood (30), Rubio (20+11 assist), Gobert (19+10 rimbalzi) e Favors (19+7 rimbalzi), piazzano un 63-45 nel secondo tempo, mettendo in ghiaccio la partita. Holiday (28) e Rondo (18+8 assist) non bastano ai padroni di casa. Sono a quota 5 vittorie in fila (con tanto di aggancio ai Cavaliers), invece, i Washington Wizards, corsari alla BankersLife Fieldhouse, casa degli Indiana Pacers. Una partita che ha visto gli ospiti sempre avanti (eccezion fatta per l’avvio di secondo quarto), con Beal in evidenza (21); con Oladipo indisponibile, nei Pacers non basta Bogdanovic (29 e 5/7 da tre).

Con quattro vittorie in fila ecco i Detroit Pistons. Alla Little Caesars Arena, i Portland Trail Blazers vengono abbattuti dalla premiata ditta Griffin (21+9 rimbalzi e 6 assist)-Drummond (17+17 rimbalzi). Lillard (20) è il migliore nei Blazers, al 3° ko consecutivo. Ne approfittano i Denver Nuggets i quali, al Pepsi Center, sconfiggono gli Charlotte Hornets e raggiungono al 6° posto ad Ovest proprio Portland. Un secondo tempo da 42-58 e le prestazioni del quartetto Harris (27)-Barton (18+8 assist)-Murray (18+7 assist)-Jokic (15+16 rimbalzi e 7 assist) fanno volare la franchigia del Colorado. I soliti Walker (20) e Howard (19+7 rimbalzi) non sono sufficienti a Charlotte.

Affrontano invece un momento difficile i Miami Heat che, all’AmericanAirlines Arena, cedono nel derby della Florida contro gli Orlando Magic ed incappano nel 4° ko di seguito, scivolando al 7° posto ad Est. Tra fine terzo ed inizio quarto periodo, gli ospiti allungano fino al +14 (107-93 a 8’17” dal termine); Miami risponde con un 2-16 che, con 2’53” da giocare, vale il pari 109. Il canestro decisivo, però, lo firma Simmons (16) ad 1’31” dalla sirena. Il croato Hezonja (20) è il top-scorer nei Magic; il trio Richardson (20)-Whiteside (19+14 rimbalzi)-Adebayo (18+10 rimbalzi) non basta alla squadra di coach Spoelstra.

Allo Staples Center, un ottimo Danilo Gallinari (28+5 rimbalzi con 9/13 al tiro), supportato da Harris (19), consente ai Los Angeles Clippers di spuntarla su dei coriacei Dallas Mavericks, che hanno avuto in Matthews (23) l’uomo migliore. Un successo che porta gli angeleni ad appena mezza partita dai Pelicans, 8° ad Ovest. Infine, vittoria anche per i Sacramento Kings, impegnati al Golden 1 Center contro i Chicago Bulls  (7° ko in fila). Dopo un primo quarto orrendo (28-9 Chicago al 12′), i californiani si rimettono in carreggiata nel secondo tempo (43-63 il parziale), con Bogdanovic (15) e Hill (14) nelle vesti di migliori marcatori di serata. Negli ospiti, invece, non sono abbastanza le prove di LaVine (27), Holiday (20) e Portis (18+14 rimbalzi). 

Di seguito, il riepilogo delle sfide della notte:

PORTLAND TRAIL BLAZERS (29-25) @ DETROIT PISTONS (26-26) 91-111

WASHINGTON WIZARDS (31-22) @ INDIANA PACERS (30-25) 111-102

ORLANDO MAGIC (16-36) @ MIAMI HEAT (29-25) 111-109

UTAH JAZZ (25-28) @ NEW ORLEANS PELICANS (28-25) 133-109

CHARLOTTE HORNETS (23-30) @ DENVER NUGGETS (29-25) 104-121

CHICAGO BULLS (18-35) @ SACRAMENTO KINGS (17-36) 98-104

DALLAS MAVERICKS (17-37) @ LOS ANGELES CLIPPERS (27-25) 101-104

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo