NBA 2016/17, risultati 9 Gennaio: Davis e Towns trascinatori. Bene OKC

Serata NBA molto soft, con appena tre partite in programma. Cominciamo dallo United Center di Chicago, dove i Bulls ricevono i Thunder. I padroni di casa, complice anche un Butler fantasma in campo (1 punto, 0/6 dal campo e 7 assist in 29 minuti), reggono l’urto solo nel primo quarto. Con una fase centrale della partita da 63-47 di parziale, OKC chiude i conti con un periodo d’anticipo (89-67). Westbrook sfiora l’ennesima tripla doppia (21+14 assist e 9 rimbalzi), spalleggiato a dovere dagli “Stache Brothers”, al secolo Steven Adams (22) ed Enes Kanter (20+11 rimbalzi). Ai Bulls, invece, non basta il solo Wade (22+6 assist).

Russell Westbrook (Thunder) vs Jimmy Butler (Bulls). Il #0 di OKC è stato ancora una volta protagonista, al contrario del #21 di Chicago, incappato in una serata molto negativa (foto da: zimbio.com)

Sconfitta con giallo per i Knicks, travolti al Madison Square Garden dalla furia di Anthony Davis (40+18 rimbalzi). Il match ha avuto storia solo nel primo tempo, con i Pelicans che hanno operato lo scatto decisivo nel terzo periodo (31-15 il parziale). Jennings (20) ed Anthony (18+6 rimbalzi) sono gli unici a salvarsi per i padroni di casa. Ma a far discutere molto più della sconfitta è il caso Rose. Il play, infatti, è letteralmente sparito, non presentandosi al Garden e, in aggiunta, non avvisando nessuno e rendendosi irreperibile. Solo da poco si è saputo che Rose è a Chicago, ma la causa della sua “fuga” è ancora avvolta nel mistero (si paventano non meglio precisati problemi familiari).

PELICANS @ KNICKS: LA PRESTAZIONE SUPER DI ANTHONY DAVIS

https://youtu.be/b1RnoSV95K8

 

Infine, al Target Center di Minneapolis, i Timberwolves hanno avuto la meglio sui Mavericks, in un match di bassa classifica della Western Conference. Karl-Anthony Towns è stato il protagonista principale della partita, soprattutto nel primo quarto, quando è riuscito a realizzare la bellezza di 20 punti (su 34 totali (15/19 dal campo), con l’aggiunta di 11 rimbalzi). Nel quarto periodo, invece, a risultare fondamentale per la vittoria di Minnesota è stato Rubio (13+15 assist e 5 palloni recuperati). Dall’altra parte, Barnes (30) e Nowitzki (26) hanno provato inutilmente a tenere nel match i texani.

Di seguito, il riepilogo delle partite della notte NBA:

NEW ORLEANS PELICANS (15-24) @ NEW YORK KNICKS (17-21) 110-96

OKLAHOMA CITY THUNDER (23-16) @ CHICAGO BULLS (19-19) 109-94

DALLAS MAVERICKS (11-27) @ MINNESOTA TIMBERWOLVES (12-26) 92-101

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo