NBA 2016/17, risultati 7 Marzo: Nowitzki da leggenda. Westbrook monstre, ma non basta. Ok i Wizards

Appena tre le partite disputate nella notte NBA. Ma quante cose ci sono da raccontare. Cominciamo con l’American Airlines Center di Dallas, dove i Mavericks hanno ospitato i Lakers. Una serata di quelle da incorniciare per Dirk Nowitzki. Il tedesco, autore di una doppia doppia da 25+12 rimbalzi, è diventato il sesto giocatore della storia della NBA a superare quota 30,000 punti (30,005 per la precisione). Prima di lui, soltanto mostri sacri come Kareem Abdul-Jabbar, Karl Malone, Kobe Bryant, Michael Jordan e Wilt Chamberlain erano riusciti in una simile impresa. Tornando alla partita, questa è dominata dai padroni di casa che, al 36′, sono avanti 74-103, per poi mollare un pò la presa negli ultimi 12′, permettendo ai californiani (Russell e Clarkson (22 a testa) i migliori) di rendere meno amara la sconfitta.

Grazie ai 25 punti realizzati contro i Lakers, Dirk Nowitzki è diventato il sesto giocatore in NBA a superare i 30,000 punti (foto da: basket4us.com)

Alla Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City, un Russell Westbrook capace del proprio massimo in carriera (58 punti, uniti a 9 assist) non riesce ad impedire la quarta sconfitta di fila dei Thunder, battuti dai Blazers. OKC parte molto bene (29-40 il primo quarto); poi, in avvio di secondo periodo, subisce un 14-2 che manda avanti gli ospiti. La franchigia di RIP City mette la freccia nel terzo periodo (99-92), toccando anche il +12 all’inizio dell’ultima frazione. Ma Westbrook non molla e conduce i suoi al pareggio a quota 114. Nel finale, decisivi sono i canestri di Nurkic (17+8 rimbalzi) e i liberi di McCollum (21). Ok anche Lillard (22+8 assist) e Crabbe (23).

Partita non molto decifrabile, infine, quella svoltasi alla Talking Stick Resort Arena di Phoenix, tra Wizards e Suns. Gli ospiti volano nel primo quarto e mezzo, toccando il +21 (57-36); subito dopo, un black-out dei Capitolini permette in 5′ ai Suns di arrivare fino al -1, per poi chiudere all’intervallo lungo sul 68-61 Washington. Gli alti e bassi continuano anche nel terzo quarto: prima Phoenix va sul +11 (70-81); poi Washington recupera e si presenta sul 94-92 all’inizio dell’ultimo quarto. Gli ospiti allungano fino al +10 a 2’49” dalla fine, respingendo quindi gli ultimi tentativi dei Suns di rientrare. Bogdanovic (29+9 rimbalzi, 16/16 dalla lunetta, record di franchigia), Beal (27) e Wall (25+14 assist) sono i migliori per i Wizards, che con 53 liberi tentati fanno segnare anche il record stagionale. A Phoenix non bastano Bledsoe (30) e Booker (25+6 assist).

Di seguito, il riepilogo dei risultati della notte:

PORTLAND TRAIL BLAZERS (27-35) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (35-29) 126-121

LOS ANGELES LAKERS (19-45) @ DALLAS MAVERICKS (27-36) 111-122

WASHINGTON WIZARDS (38-24) @ PHOENIX SUNS (21-43) 131-127

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.  

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo