NBA 2016/17, risultati 6 Gennaio: crollo casalingo dei Warriors. Bene Cavs, Rockets e Clippers

La serata dell’Epifania porta in dote otto partite per gli appassionati della NBA. Befana da dimenticare per i Warriors, che ricevono solo carbone dopo esser stati capaci di dilapidare un vantaggio che ha toccato un massimo di +24 a 5’16” dalla fine del terzo quarto (64-88), arrivato anche sul +18 a 7’47” dalla fine (86-104). Fino a quel momento quasi perfetti, i ragazzi di Steve Kerr hanno un black-out clamoroso nei successivi 2’46” di gioco, permettendo ai Grizzlies, con un parziale di 16-0, di rimettersi completamente in partita. A conclusione di un quarto periodo orribile per i padroni di casa (appena 18.1% dal campo (2/13)), Conley manda la partita ai supplementari, che vedono quindi il trionfo di Memphis (87.5% dal campo (7/8) nell’overtime, contro il 37.5% di Golden State (3/8)). I senatori trascinano al colpaccio la squadra di Fizdale, ovvero Randolph (27+11 rimbalzi e 6 assist), Gasol (23) e Conley (27+12 assist), senza dimenticare la prova di Allen (11+12 rimbalzi e 6 palloni recuperati). Ai californiani non bastano Curry (40+6 assist) e Durant (27+13 rimbalzi).

La gioia di Tony Allen e Zach Randolph, grandi protagonisti dell’impresa dei Grizzlies, capaci di vincere alla Oracle Arena dopo un overtime, rimontando 24 punti di svantaggio ai Warriors (foto da: bluemanhoop.com)

Al Barclays Center di Brooklyn, i Cavaliers ritrovano i Big Three e battono dei dignitosi Nets. Sugli scudi LeBron James (36+9 rimbalzi) e Kyrie Irving (32); nei Nets, i migliori sono Bogdanovic (23) e LeVert (19). Settima vittoria di fila per i Rockets, che espugnano l’Amway Center di Orlando. I texani devono sudare per sconfiggere i Magic, anche a causa di una serata “umana” di Harden (14+10 assist e 7 rimbalzi, con 5/15 dal campo), con Anderson (19) migliore dei suoi. Augustin (19) e Aaron Gordon (18+7 assist e 6 rimbalzi) in evidenza, invece, per i floridiani. Vincono in trasferta anche i Clippers, corsari al Golden 1 Center di Sacramento. Nella partita in cui Chris Paul (14+12 assist e 6 rimbalzi) entra nella top-10 all-time della classifica degli assist (7.994), i top scorer degli angeleni sono stati Rivers (24+6 rimbalzi) e Jordan (20+9 rimbalzi). Ai Kings non sono stati sufficienti Cousins (25+11 rimbalzi e 7 assist) e Collison (20). Un’altra vittoria esterna è quella dei Knicks, che violano il parquet del BMO Harris Bradley Center di Milwaukee, infliggendo ai Bucks un quarto periodo da 33-15. Trascinano New York Anthony (26+10 assist e 6 rimbalzi) e Porzingis (24+6 rimbalzi); i soliti Parker (25) ed Antetokounmpo (25+6 rimbalzi e 5 stoppate) non bastano ai padroni di casa.

Al Verizon Center di Washington, i Wizards sconfiggono i Twolves con una bella prova di squadra, evidenziata da Beal (22), Wall (18+18 assist) e Gortat (19+10 rimbalzi). A Minnesota non basta il quarantello di Wiggins (41). Al TD Garden di Boston, i Sixers lottano, trascinati da Embiid (23+8 rimbalzi) ed Ilyasova (20), oltre che dai 17 assist di McConnell (con 9 punti), ma devono alla fine arrendersi ai Celtics, che la portano a casa solo negli ultimi secondi. In luce, per la squadra di coach Stevens, Bradley (26+9 rimbalzi), Thomas (24) e Horford (19+12 rimbalzi). Infine, allo Staples Center di Los Angeles, i Lakers non lasciano scampo agli Heat grazie ad un secondo tempo da 44-69 di parziale. Williams (24) è il migliore per i padroni di casa, sostenuto da Deng (19+14 rimbalzi) e Russell (19+6 rimbalzi). Alla squadra di coach Spoelstra, ancora in pesante emergenza, non bastano Reed (22+12 rimbalzi) e James Johnson (20).

Di seguito, il riepilogo delle partite della notte NBA:

MINNESOTA TIMBERWOLVES (11-25) @ WASHINGTON WIZARDS (17-18) 105-112

HOUSTON ROCKETS (29-9) @ ORLANDO MAGIC (16-22) 100-93

PHILADELPHIA 76ERS (9-25) @ BOSTON CELTICS (22-14) 106-110

CLEVELAND CAVALIERS (27-8) @ BROOKLYN NETS (8-27) 116-108

NEW YORK KNICKS (17-19) @ MILWAUKEE BUCKS (18-17) 116-111

MIAMI HEAT (11-27) @ LOS ANGELES LAKERS (14-26) 100-127

MEMPHIS GRIZZLIES (23-16) @ GOLDEN STATE WARRIORS (31-6) 128-119 OT

LOS ANGELES CLIPPERS (25-14) @ SACRAMENTO KINGS (15-21) 106-98

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo