NBA 2016/17, risultati 28 Marzo: Warriors corsari a Houston. Ok Wizards e Blazers

Otto le partite disputate nella notte NBA. Big match al Toyota Center, dove i Rockets hanno ricevuto i Warriors. Gli ospiti partono a razzo, toccando il +22 a metà secondo quarto (49-27). I texani reagiscono, riaprendo il match nel secondo tempo. Decisivo per la vittoria di Golden State è Curry nel finale (32+10 rimbalzi e 7 assist), assistito da Thompson (25) e Green (19+9 rimbalzi). La tripla doppia di Harden (24+13 assist e 11 rimbalzi, ma con 5/20 dal campo e 1/9 da tre) e Capela (21+7 rimbalzi) non evitano la sconfitta a Houston. Al Moda Center di Portland, invece, è andato in scena un vero e proprio spareggio per l’8° posto nella Western Conference, che ha visto i Blazers spuntarla sui Nuggets, con McCollum (39) e l’ex Nurkic (33+16 rimbalzi) grandi protagonisti. Lillard (19+7 assist e 6 rimbalzi) dà il suo contributo, mentre Nelson (23), Harris (19), Jokic (17+8 rimbalzi ed altrettanti assist) e Chandler (17+9 rimbalzi) non sono sufficienti a Denver.

Con 32 punti di Steph Curry, i Warriors vincono a Houston e ottengono la W #60 in stagione (foto da: bluemanhoop.com)

Si accorcia ancor di più la classifica in vetta alla Eastern Conference. I Wizards espugnano lo Staples Center, battendo i Lakers con un quarto periodo da 37-13 di parziale, portandosi a 1,5 partite dai Cavs e a 2 partite dai Celtics. Gran protagonista del match è John Wall (34+14 assist); Russell (28+9 assist e 6 rimbalzi) e Clarkson (22) i migliori negli angeleni. Sempre in ottica Playoff, fondamentale vittoria degli Heat al Palace di Detroit con i Pistons. Dopo aver a lungo comandato la sfida, i ragazzi di coach Spoelstra vengono ripresi nel finale dai padroni di casa, ma devono soccombere a causa del buzzer-beater di Whiteside (17+9 rimbalzi), che corregge in tap-in il jumper di Dragic (28). Il trio Caldwell-Pope (25)-Smith (19+6 assist)-Harris (19+6 rimbalzi) non basta alla franchigia di Motor City. Trasferta dolce anche per i Bucks, a segno alla Time Warner Cable Arena di Charlotte. Hornets latitanti nel primo tempo (72-50 il parziale per Milwaukee al 24′), che poi non riescono a rientrare in partita, nonostante Walker (26) e Kaminsky (20). Per gli ospiti, in evidenza Snell (26) ed Antetokounmpo (20+8 rimbalzi).

Gli Hawks battono alla Philips Arena i Suns, interrompendo una serie di 7 sconfitte di fila (1-11 nelle ultime 12 per Phoenix). Schroder (27+9 assist e 6 rimbalzi) ed Ilyasova (18+12 rimbalzi) i migliori per Atlanta; Warren (24+8 rimbalzi) il top-scorer per gli ospiti. Tre tiri liberi di Ricky Rubio (21+10 assist) a 3.4 secondi dalla fine permettono ai Twolves di espugnare il parquet della Bankers Life Fieldhouse di Indianapolis. Sugli scudi anche il solito Towns (37+12 rimbalzi); nei Pacers, non sono sufficienti George (37+7 rimbalzi) e Teague (20+10 assist). Chiudiamo con l’ennesima vittoria esterna della notte, ovvero quella dei Sixers al Barclays Center con i Nets. Saric (23+7 rimbalzi) e Covington (21+13 rimbalzi) sospingono al successo Philadelphia; Lopez (26+9 rimbalzi e 6 assist) è il migliore per i padroni di casa. 

Di seguito, il riepilogo delle sfide della notte:

MILWAUKEE BUCKS (38-36) @ CHARLOTTE HORNETS (33-41) 118-108

MINNESOTA TIMBERWOLVES (29-44) @ INDIANA PACERS (37-37) 115-114

PHILADELPHIA 76ERS (28-46) @ BROOKLYN NETS (16-58) 106-101

PHOENIX SUNS (22-53) @ ATLANTA HAWKS (38-36) 91-95

MIAMI HEAT (36-38) @ DETROIT PISTONS (34-41) 97-96

GOLDEN STATE WARRIORS (60-14) @ HOUSTON ROCKETS (51-23) 113-106

DENVER NUGGETS (35-39) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (36-38) 113-122

WASHINGTON WIZARDS (46-28) @ LOS ANGELES LAKERS (21-53) 119-108

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo