NBA 2019/20, Risultati 12 Gennaio: ko Clippers, Raptors e Heat. Bene Jazz e Nets

Denver batte i Clippers, Miami e Toronto ko con New York e San Antonio. Vittorie per Utah e Brooklyn, che ritrova Irving

NBA – Sette partite negli NBA Sundays, 12 Gennaio 2020. Serata non facile per alcune delle big scese in campo. Match più interessante al Pepsi Center di Denver, dove i Nuggets ricevevano i Los Angeles Clippers. Finisce 104-114 per i padroni di casa, che mandano sette giocatori in doppia cifra (Nikola Jokic il migliore (20+15 rimbalzi e 6 assist)); agli angeleni, senza Paul George, non sono sufficienti Kawhi Leonard (30+5 rimbalzi), Louis Williams (26) e Montrezl Harrell (25+8 rimbalzi).

Per la prima volta in stagione, i Miami Heat perdono due partite di fila. Stanotte i ragazzi di coach Spoelstra sono stati sconfitti (121-124) a sorpresa al Madison Square Garden dai New York Knicks, che piazzano un quarto conclusivo da 27-40 guidati da Julius Randle (26+8 rimbalzi) e da RJ Barrett (23+5 rimbalzi). Jimmy Butler (25+10 rimbalzi e 6 assist) è il top-scorer nei floridiani. Sconfitta al fotofinish (105-104) per i Campioni in carica dei Toronto Raptors, battuti alla Scotiabank Arena dai San Antonio Spurs. Ospiti che rimontano un gap di -18 (56-74 a 4’16” da fine terzo periodo) sospinti dall’ex DeMar DeRozan (25+8 rimbalzi), mentre non bastano Serge Ibaka (21+14 rimbalzi) e Norman Powell (20) ai canadesi; 5 punti, 4 rimbalzi e 3 assist in 12′ per Marco Belinelli.

Nel match vinto con gli Atlanta Hawks, i Brooklyn Nets hanno riabbracciato dopo due mesi Kyrie Irving (foto da: youtube.com)

Continua il gran momento degli Utah Jazz, 14-1 nelle ultime 15 grazie al 127-116 ottenuto alla Capital One Arena di Washington contro gli Wizards. Sugli scudi Bojan Bogdanovic (31), spalleggiato da Jordan Clarkson (23), Rudy Gobert (21+14 rimbalzi) e Joe Ingles (20+9 assist). Bradley Beal (25 e 11/25 al tiro) è il top-scorer per i Capitolini. Serata importante al Barclays Center: più che per la vittoria sugli Atlanta Hawks (86-108), soprattutto perché i Brooklyn Nets ritrovano dopo due mesi Kyrie Irving, che si mette subito in luce (21 e 10/11 al tiro). Cam Reddish (20+5 rubate) si salva negli Hawks, ultimi nella Lega come record.

Concludiamo con le vittorie di Memphis Grizzlies e Phoenix Suns. Al FedEx Forum, la franchigia del Tennessee batte 102-122 i Golden State Warriors, sempre più ultimi ad Ovest; il lituano Jonas Valanciunas (31+19 rimbalzi), supportato da Jaren Jackson Jr. (21+5 rimbalzi), guida Memphis, mentre nella squadra di coach Kerr spicca D’Angelo Russell (34+7 rimbalzi). Alla Talking Stick Resort Arena, infine, i Suns la spuntano 92-100 sugli Charlotte Hornets, con un Kelly Oubre Jr. in buona serata (25+15 rimbalzi e 3 rubate). Non bastano agli ospiti Dwayne Bacon (24+5 rimbalzi) e Devonte Graham (22+8 assist).

Di seguito, il resoconto della notte:

UTAH JAZZ (27-12) @ WASHINGTON WIZARDS (13-26) 127-116

MIAMI HEAT (27-12) @ NEW YORK KNICKS (11-29) 121-124

SAN ANTONIO SPURS (17-21) @ TORONTO RAPTORS (25-14) 105-104

GOLDEN STATE WARRIORS (9-32) @ MEMPHIS GRIZZLIES (18-22) 102-122

ATLANTA HAWKS (8-32) @ BROOKLYN NETS (18-20) 86-108

LOS ANGELES CLIPPERS (27-13) @ DENVER NUGGETS (27-12) 104-114

CHARLOTTE HORNETS (15-27) @ PHOENIX SUNS (16-23) 92-100

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo