Napoli, record Mertens: 100 gol in Serie A, il primo belga

Con la doppietta a Roma, il calciatore partenopeo entra nell’elitè del calcio italiano ed è ancora più inserito nella storia partenopea. Primo belga a riuscire ad arrivare a quota 100 gol e intanto sprona Lukaku per raggiungerlo.

Festeggia con questa foto, Dries Mertens, nel suo profilo ufficiale sul social Instagram

Non bastava essere il più grande marcatore della storia del Napoli, a Dries “Ciro” Mertens, per tatuarsi la maglia partenopea sulla pelle. Non bastavano 8 anni di assoluta fedeltà, amore e colpi di infinita classe per certificare il suo ingresso nella storia del calcio italiano.

É, invece, bastata una doppietta allo Stadio Olimpico di Roma per permettere al belga di sedersi sul trono dei bomber capaci di segnare 100 reti nel campionato italiano. Mertens è diventato il terzo azzurro a riuscirci, dopo Vojak e Hamsik, e il primo giocatore di nazionalità belga a raggiungere tale traguardo nella massima serie italiana.

Il destino, a volte, è beffardo: il record di gol di “Ciro” è stato siglato proprio nella città in cui un altro Ciro (Esposito ndr.) perse la vita, a poche ore dalla finale di Coppa Italia, e con indosso la maglia che celebra l’inimitabile Diego Armando Maradona.

Incredibile come un ragazzo arrivato ai piedi del Vesuvio otto anni fa e natio a Lovanio in Belgio, rappresenti in tutto e per tutto le due anime di Napoli, ovvero, l’idolo e il tifoso.

Tra tutti i campioni che sono riusciti a ritagliarsi un piccolo spazio nella storia partenopea, Mertens è quello che, più di tutti, è entrato in simbiosi con la città diventandone il primo estimatore e dimostrandosi giocatore di popolo, innamorato dei colori della sua città “d’adozione” tanto da essere ribattezzato con il napoletanissimo nome di “Ciro“, piuttosto che Dries.

E mentre Mertens segna, esulta con i compagni, balla portando una filosofia distensiva e tanta felicità nello spogliatoio azzurro, scherza con Tommaso Starace (magazziniere del Napoli) e fa sentire tutti importanti, il suo ruolo di “principe di Napoli”, affianco all’eterno Diego Armando Maradona, continua a crescere.

In fondo la vera importanza di Mertens sta proprio nella semplicità di essere leader mettendosi allo stesso livello di tutti. Dries, in questi 8 anni, ha vissuto la città, è stato figlio della città ed ha fatto sentire ogni singolo elemento dello staff ed ogni singolo tifoso, parte fondamentale del progetto.

I 100 gol in Serie A (133 totali) sono contorno della sua grandezza e della genialità che questo giocatore, prima ala, poi fantasista e poi centravanti, ha dimostrato di avere in ogni singola partita.

Ma, mentre si gode il suo record, il pensiero di Mertens va a Lukaku e il partenopeo sprona il connazionale ad affrettarsi ad arrivare a 100 anche lui per attestare la grande forza della generazione d’oro del Belgio.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus