Napoli: De Laurentiis smentisce voci su trattative per cessione del club

Con un comunicato ufficiale, gli azzurri smentiscono la vendita del club, svelando un clamoroso retroscena riguardo a offerte passate.

De Laurentiis

Il Napoli non è in vendita e a gridarlo a gran voce è proprio l’attuale dirigenza dei partenopei che, attraverso un comunicato ufficiale presente sul sito degli azzurri, ha smentito qualsiasi voce riguardo a una presunta trattativa per la cessione del club.

Aurelio De Laurentiis, attuale presidente del Napoli e sotto l’occhio del ciclone a causa della nuova legge sulle multiproprietà che potrebbero costringerlo a dover scegliere tra Napoli e Bari, ha utilizzato il comunicato per rispondere alle recenti voci su un’offerta di 650 milioni.

Tutto smentito, dunque, ma, come al solito, il presidente azzurro ha voluto svelare un nuovo interessante retroscena che rafforza la volontà di ADL di restare al timone del Napoli.

Premettendo, dunque, che non ci sono trattative in corso, negli ultimi tempi ci sono stati alcuni colloqui riguardo una possibile disponibilità alla vendita e, stando al comunicato del Napoli, un’offerta è arrivata a toccare quasi 1 miliardo di euro.

L’offerta, come si apprende dalla nota del Napoli, è stata prontamente rispedita al mittente.

Verosimile, dunque, che per vendere servano più dei 650 milioni ipotizzati, ma sempre stando al comunicato, è stata ribadita la netta volontà di non cedere la società partenopea evidenziando il fatto che la dirigenza non ha bisogno di vendere il Napoli.

Le indiscrezioni parlavano di alcuni manager americani pronti all’acquisto, ma dopo questa netta presa di posizione da parte degli azzurri, è difficile pensare possa esserci una concreta trattativa.

Se dal fronte calciomercato il Napoli sta cercando di massimizzare le vendite per ridurre il monte ingaggi e alleggerire le spese totali, dal punto di vista dirigenziale non c’è assolutamente bisogno di soldi e il Napoli, ad oggi, non verrà venduto.