Napoli, Allegri dice no all’offerta di De Laurentis: se ne riparla a giugno

Il ritiro imposto da Carlo Ancelotti al suo Napoli parte ufficialmente oggi. Con voci di mercato che vedono Allegri e Gattuso come potenziali sostituti del tecnico romagnolo, la squadra del presidente De Laurentis inizia a prepararsi in vista della delicata trasferta di sabato in casa dell’Udinese.

L’avventura di Carlo Ancelotti è chiaramente destinata a finire. In un ambiente ormai allo sbando come quello partenopeo non resta che capire se il tecnico romagnolo verrà lasciato libero a fine stagione o, in caso di risultati negativi, in seguito alle 3 partite che i partenopei disputeranno in questi 10 giorni.

Infatti le 3 sfide contro Udinese, Genk e Parma, squadre certamente non irresistibili, dovranno essere un nuovo punto di partenza per una squadra certamente non costruita per navigare nella zona centrale della classifica. 

De Laurentis chiama, Allegri dice no
Massimiliano Allegri, ex tecnico della Juventus

Il mantenimento del posto da parte di Ancelotti, che pare essere ormai ai minimi termini con la squadra, passa soprattutto da questi tre delicati impegni. Infatti qualora la squadra non dovesse ottenere risultati positivi contro bianconeri, belgi e ducali. è molto probabile che la panchina dell’ex tecnico del Real Madrid salti inesorabilmente.

In questo senso, il presidente De Laurentis si sarebbe messo già alla ricerca del suo nuovo allenatore. Voci di corridoio parlano di un Gattuso sempre più vicino al club azzurro. L’ex Milan, in caso di disfatta di Ancelotti, assumerebbe il ruolo di traghettatore fino a fine stagione.

Altre indiscrezioni parlano invece di una richiesta dello stesso De Laurentis a Massimiliano Allegri, ex tecnico della Juventus, il quale pare però aver detto no all’offerta del numero uno azzurro, preferendo restare a guardare fino alla fine del campionato. Se ne potrebbe riparlare a giugno. 

 

 

 

 

 

 

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
"Non è tanto chi sei, quanto quello che fai che ti qualifica". Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Basilicata. Laureato in Lettere Moderne. Amo la scrittura, la fotografia e il calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi