Motomondiale GP Rep. Ceca 2020: Anteprima ed Orari Diretta TV

A Brno non ci sarà Marc Marquez. Grossa occasione per Fabio Quartararo, mentre proveranno ad approfittarne anche gli altri Yamaha e i Ducati

Il Gran Premio di Repubblica Ceca 2020, quest’anno terza prova del Motomondiale (almeno per quanto riguarda la MotoGP) e giunto alla 50.esima edizione (28.esima con tale denominazione), rappresenta un vero e proprio turning point della stagione. Con Marc Marquez costretto ancora ai box (sarà sostituito da Stefan Bradl), Fabio Quartararo ha un’occasione enorme per creare un solco ancora maggiore tra sé e il catalano.

Riflettori puntati anche su Maverick Vinales, mentre Brno rappresenta in pratica la prova d’appello per la Ducati ed Andrea Dovizioso in particolare. Puntano a far bene anche gli altri italiani, Valentino Rossi, Francesco Bagnaia e Franco Morbidelli, oltre a Jack Miller ed Alex Rins, che dovrebbe aver recuperato una forma almeno decente. Nelle altre categorie, italiani favoriti in Moto2, mentre domina l’incertezza in Moto3.

Vista dall’alto del circuito ceco di Brno (foto da: gotobrno.cz)

MOTOMONDIALE REP. CECA 2020 – IL CIRCUITO DI BRNO

Il circuito di Brno è situato a circa 14 km a nord-ovest dell’omonima città ceca, venendo inaugurato nel 1920, tra le due guerre mondiali. La pista ospita quasi esclusivamente competizioni automobilistiche e, sull’esempio del Nurburgring, si sviluppa su strade di tutti i giorni, per un totale di ben 29.142 metri. Miti come Tazio Nuvolari, Rudolf Caracciola e Luigi Villoresi si contendono la scena in quel periodo, regalando spettacolo agli appassionati locali. Alla fine della Seconda Guerra Mondiale il tracciato viene accorciato e portato a 17.800 metri, con la prima competizione che si disputa nel 1949, con la vittoria di una Ferrari.

Nel 1950 giungono da queste parti anche le due ruote, ma il Motomondiale sbarca ufficialmente solo nel 1965, quando la pista subisce un ulteriore restyling, passando a 13.940 metri. Nonostante i vari interventi, il circuito di Brno continua ad essere caratterizzato da alte velocità e da un’elevata pericolosità al punto che che, dopo l’ennesima rivisitazione datata 1975 (10.925 metri), la classe regina abbandona la pista ceca, tornandovi solo nel 1987. In questa occasione debutta il nuovo circuito permanente, della lunghezza di 5.403 metri e composto da 14 curve (8 a destra e 6 a sinistra).

Il layout del circuito ceco di Brno (foto da: en.wikipedia.org)

Percorriamo un giro del Masaryk Ring. Al termine del rettilineo dei box, i piloti affrontano un ampio tornante a destra, intitolato a František Šťastný, alla fine del quale una curva a sinistra immette su un altro rettilineo, prima in salita poi in discesa.  Segue una chicane sinistra-destra (4-5), collegata con un allungo in discesa alla zona dello Stadion, un settore guidato e posto in un anfiteatro naturale. Questa szione è composta da 5 curve, ovvero la 6 e la 7 a destra, la 8 e la 9 a sinistra e la 10 di nuovo a destra. Un nuovo rettilineo in discesa conduce alla curva intitolata a Kevin Schwantz, un tornante a destra dopo il quale si riprende a salire, andando poi ad affrontare un’altra chicane sinistra-destra (11-12). Il rettilineo seguente è tutto in salita e porta alla terza ed ultima chicane del circuito, anch’essa sinistra-destra (13-14), dopo la quale si torna sul traguardo.

MOTOGP REP. CECA 2020 – IL PRONOSTICO

Fabio Quartararo è al primo vero esame della sua carriera nella classe regina. Dopo aver dominato la scena in quel di Jerez, l’alfiere del team Petronas avrà quasi l’obbligo di sfruttare l’assenza di Marc Marquez anche in Repubblica Ceca. Il fenomeno spagnolo, com’è noto, non ci sarà nemmeno a Brno, dopo essersi dovuto operare una seconda volta al braccio infortunato nel GP di Spagna, a causa delle lesioni ‘da stress’ alla placca in titanio inseritagli nel braccio. Questo vuol dire che, potenzialmente, potrebbe finire a -75 dall’enfant prodige transalpino; un gap difficile da ricucire anche per uno come lui, calcolando che Brno è la prima di tre prove consecutive. Non il massimo per le condizioni di Marc.

I festeggiamenti di Fabio Quartararo sul podio del GP di Andalusia 2020 (foto da: motogp.com)

Per evitare una fuga quasi irreparabile di Quartararo, il Cabroncito dovrà giocoforza sperare che qualcun’altro eviti il bottino pieno all’avversario. Indiziato #1 è Maverick Vinales. Reduce da due secondi posti in due gare, il pilota ufficiale di Iwata deve dare un segnale netto nel duello con El Diablo. In Repubblica Ceca, però, l’ago della bilancia potrebbe essere la Ducati. Sofferente, almeno con la moto ufficiale, a Jerez, Brno dovrebbe essere un circuito sul quale la moto di Borgo Panigale dovrebbe esprimersi decisamente meglio. Ed ecco quindi che salgono le quotazioni di Andrea Dovizioso, ma anche del duo Pramac, Jack Miller e Francesco Bagnaia, chiamato a confermarsi e a riscattare la sfortuna che lo ha fermato in Andalusia mentre era splendidamente in 2° posizione.

Marc Marquez, dopo il Gran Premio di Andalusia, salterà anche l’appuntamento in terra ceca (foto da: twitter.com)

Tornando in casa Yamaha, Valentino Rossi, rinfrancato dal podio in terra andalusa, va a caccia della 200.esima top3 nella classe regina; Franco Morbidelli, come Bagnaia, vorrà cancellare il ritiro sfortunato di Jerez, mentre anche lui aveva tutte le chance per giocarsi il podio. Attesa anche per capire le condizioni di Alex Rins e della Suzuki, che potrà contare anche su Joan Mir, 5° due domeniche fa. In casa Honda, invece, la situazione è nuovamente complicata: con Cal Crutchlow anche lui ancora convalescente, con un Alex Marquez tutt’altro che competitivo e con uno Stefan Bradl al debutto, il peso di un buon risultato ricadrà ancora sulle spalle di Takaaki Nakagami. Ci si attende un bel weekend anche dalla KTM, che ha Pol Espargaro al momento in 4° posizione ex-aequo con Nakagami, oltre ad un miglioramento da parte dell’Aprilia.

REP. CECA 2020: PRONOSTICO MOTO2 E MOTO3

Nella Middle Class veniamo dalla scorpacciata tricolore del GP andaluso, con un podio tutto italiano. Il leader della classifica è ancora il nipponico Tetsuta Nagashima (50), ed è probabile che sarà lì a giocarsi il podio; ma, viste le ultime uscite, i favoriti sono Luca Marini (45) ed Enea Bastianini (48). Occhio anche ad un Marco Bezzecchi in costante crescita, senza dimenticare un Lorenzo Baldassarri (28) che vorrà cancellare la difficile doppia gara di Jerez. Degli altri, attenzione alla truppa degli spagnoli, composta dal finora convincente Aron Canet (30), da Jorge Martin (26), da Jorge Navarro e da Xavi Vierge; possibili papabili per il podio anche il britannico Sam Lowes (26), l’australiano Remy Gardner, l’elvetico Thomas Luthi e il tedesco Marcel Schrotter.

Lo splendido podio tutto italiano di Jerez di due settimane fa in Moto2 (foto da: motogp.com)

Interessante anche il quadro della Entry Class. Con il leader della classifica, Albert Arenas (50), acciaccato e quindi non al meglio dopo il brutto volo del GP di Andalusia, la palma del favorito va al pilota più in forma del momento, Tatsuki Suzuki (44), che sembra aver fatto lo switch a contender serio per il titolo. Al solito è folta la pattuglia di piloti con le potenzialità per fare molto bene. Dallo scozzese John McPhee (40) all’altro nipponico Ai Ogura (36), passando per l’argentino Gabriel Rodrigo (30) e per gli spagnoli Raul Fernandez (26), Jaume Masia e Jeremy Alcoba; dei nostri, i più in vista sono certamente Celestino Vietti (27) e Tony Arbolino (23). Ma le sorprese in Moto3 sono sempre dietro l’angolo.

MOTOMONDIALE REP. CECA 2020 – METEO ED ORARI TV

Questo il meteo previsto nel weekend di Brno. Il tempo dovrebbe mantenersi stabile sul bello, con temperature alte, sempre a cavallo tra i 29 C° ed i 31 C° tra le giornate di venerdì e domenica; costante anche il vento, tra il debole ed il moderato. Per quel che riguarda il palinsesto televisivo, sarà possibile seguire in diretta il weekend su Sky Sport MotoGP (canale 208 Sky) e su DAZN, mentre su TV8 (canale 8 del digitale terrestre) andrà la differita.

MOTOMONDIALE REP. CECA 2020 SKY E DAZN (DIRETTA)

Venerdì 7 Agosto

PL1 Moto3 09:00 – 09:40
PL1 MotoGP 09:55 – 10:40
PL1 Moto2 10:55 – 11:35
PL2 Moto3 13:15 – 13:55
PL2 MotoGP 14:10 – 14:55
PL2 Moto2 15:10 – 15:50

Sabato 8 Agosto

PL3 Moto3 09:00 – 09:40
PL3 MotoGP 09:55 – 10:40
PL3 Moto2  10:55 – 11:35
Qualifiche Moto3 12:35 – 13:15
PL4 MotoGP 13:30 – 14:00
Q1 MotoGP  14:10 – 14:25
Q2 MotoGP  14:35 – 14:50
Qualifiche Moto2 15:05 – 15:45

Domenica 9 Agosto

Warm Up Moto3 08:40-09:00
Warm Up Moto2 09:10-09:30
Warm Up MotoGP 09:40-10:00
Gara Moto3 11:00
Gara Moto2 12:20
Gara MotoGP 14:00

MOTOMONDIALE REP. CECA 2020 TV8 (DIFFERITA)

Sabato 8 Agosto

Sintesi Qualifiche Moto3, MotoGP e Moto2 16:30

Domenica 9 Agosto

Gara Moto3 16:15
Gara Moto2 17:15
Gara MotoGP 18:45

MOTOMONDIALE REP. CECA – ALBO D’ORO (SOLO 500/MOTOGP)

Il Gran Premio Motociclistico della Repubblica Ceca, e prima ancora della Cecoslovacchia, vede la luce nel secondo dopoguerra, svolgendosi a Brno sin dal 1950. Dopo le prime 14 edizioni, non valevoli per il Motomondiale, l’evento entra in calendario a partire dal 1965. Fino al 1982, il Gran Premio di Cecoslovacchia si disputa ininterrottamente, pur se la classe 500 corre solo in 11 edizioni su 18. Dopo altre 4 edizioni non valevoli per il Motomondiale, nel 1987 il Circus a due ruote ritorna e lo fa in pianta stabile, grazie alla costruzione del nuovo circuito. Il Gran Premio di Cecoslovacchia si disputa fino al 1991 mentre, a partire dal 1993, la denominazione cambia in Gran Premio di Repubblica Ceca.

Il podio del Gran Premio di Repubblica Ceca 2019, classe MotoGP (foto da: motogp.com)

In vetta alla classifica dei più vincenti in terra ceca troviamo un terzetto di piloti italiani, tutti a quota 7 successi: parliamo di Giacomo Agostini (4 in classe 500 (1968-69, 1972-73) e 3 in classe 350 (1968-70)), Max Biaggi (4 in classe 250 (1994-97), 2 in classe 500 (1998, 2000) ed uno in MotoGP (2002)) e Valentino Rossi (4 in MotoGP (2003, 2005, 2008-09), ed uno tra 500 (2001), 250 (1999) e 125 (1996, la sua prima vittoria nel Motomondiale)). Con 6 trionfi troviamo i britannici Phil Read (3 in classe 250 (1965, 1967-68), 2 in classe 500 (1974-75) ed uno in classe 125 (1968)) e Mike Hailwood (3 in classe 500 (1965-67), 2 in classe 350 (1966-67) ed uno in classe 250 (1966)). A quota 5 vittorie, quindi, abbiamo il tedesco Anton Mang (3 in classe 250 (1980-81, 1987) e 2 in classe 350 (1980-81)) e lo spagnolo Jorge Lorenzo (2 in classe MotoGP (2010, 2015) ed in classe 250 (2006-07) ed una in classe 125 (2004)).

(1965) – Brno – Mike Hailwood (GBR, MV Agusta)

(1966) – ” ” – Mike Hailwood (GBR, Honda)

(1967) – ” ” – Mike Hailwood (GBR, Honda)

(1968) – ” ” – Giacomo Agostini (ITA, MV Agusta)

(1969) – ” ” – Giacomo Agostini (ITA, MV Agusta)

(1972) – ” ” – Giacomo Agostini (ITA, MV Agusta)

(1973) – ” ” – Giacomo Agostini (ITA, MV Agusta)

(1974) – ” ” – Phil Read (GBR, MV Agusta)

(1975) – ” ” – Phil Read (GBR, MV Agusta)

(1976) – ” ” – John Newbold (GBR, Suzuki)

(1977) – ” ” – Johnny Cecotto (VEN, Yamaha)

(1987) – ” ” – Wayne Gardner (AUS, Honda)

(1988) – ” ” – Wayne Gardner (AUS, Honda)

(1989) – ” ” – Kevin Schwantz (USA, Suzuki)

(1990) – ” ” – Wayne Rainey (USA, Yamaha)

(1991) – ” ” – Wayne Rainey (USA, Yamaha) – Ultimo come Gran Premio di Cecoslovacchia

(1993) – ” ” – Wayne Rainey (USA, Yamaha) – A partire da questa edizione come Gran Premio di Repubblica Ceca

(1994) – ” ” – Mick Doohan (AUS, Honda)

(1995) – ” ” – Luca Cadalora (ITA, Yamaha)

(1996) – ” ” – Alex Criville (SPA, Honda)

(1997) – ” ” – Mick Doohan (AUS, Honda)

(1998) – ” ” – Max Biaggi (ITA, Honda)

(1999) – ” ” – Tadayuki Okada (JPN, Honda)

(2000) – ” ” – Max Biaggi (ITA, Yamaha)

(2001) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Honda)

(2002) – ” ” – Max Biaggi (ITA, Yamaha)

(2003) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Honda)

(2004) – ” ” – Sete Gibernau (SPA, Honda)

(2005) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Yamaha)

(2006) – ” ” – Loris Capirossi (ITA, Ducati)

(2007) – ” ” – Casey Stoner (AUS, Ducati)

(2008) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Yamaha)

(2009) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Yamaha)

(2010) – ” ” – Jorge Lorenzo (SPA, Yamaha)

(2011) – ” ” – Casey Stoner (AUS, Honda)

(2012) – ” ” – Dani Pedrosa (SPA, Honda)

(2013) – ” ” – Marc Marquez (SPA, Honda)

(2014) – ” ” – Dani Pedrosa (SPA, Honda)

(2015) – ” ” – Jorge Lorenzo (SPA, Yamaha)

(2016) – ” ” – Cal Crutchlow (GBR, Honda)

(2017) – ” ” – Marc Marquez (SPA, Honda)

(2018) – ” ” – Andrea Dovizioso (ITA, Ducati)

(2019) – ” ” – Marc Marquez (SPA, Honda)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo