MotoGP Europa 2020: La conferenza stampa dei piloti

Gli appassionati delle due ruote possono gioire, nell’aria è già forte l’odore di sfida che si preannuncia serratissima ed avvincente per questo turno di MotoGP sul circuito di Valencia.

Prima di ammirare i piloti in sella ai loro bolidi ed “assaggiare” l’asfalto della pista, è andata in scena la consueta conferenza stampa del giovedì, l’apertura ufficiale del sipario che vedrà in scena l’atteso gran premio nella giornata di domenica.  

E’ proprio nella conferenza stampa che si può toccare con mano quello che i piloti si attendono dal turno di motomondiale che, tra le altre cose, si rivela, giornata dopo giornata, sempre più combattuto con i primissimi piloti racchiusi in una manciata di punti. La travagliata stagione di quest’anno sta per volgere al termine, con altri tre appuntamenti da seguire con il fiato sospeso ma la competizione non riesce ancora ad esprimere un dominatore assoluto od un pilota che possa ergersi al di sopra dei suoi avversari.

Nello specifico abbiamo raccolto i vari estratti delle dichiarazioni rilasciate in conferenza dai primi sei piloti del motomondiale.

Joan Mir

“Sono molto contento di stare qui a Valencia, anche se oggi piove molto. Bisogna provare a stare tranquillo, fare un fine settimana solido, provare a stare sempre davanti. A casa sono stato un po’ preoccupato per il Covid. Non ho avuto contatti con nessuno, ho fatto tutto da casa, all’esterno mi sono allenato solo con la bici e con la moto da cross, sempre da solo. E’ una situazione strana e che non mi piace così tanto. Non so se dopo la gara starò qui, stare confinato quattro giorni nel motorhome sarebbe molto dura e a casa non c’è nessun pericolo. Ma vediamo come si sviluppa la situazione, credo che al momento nessuno possa sapere cosa farà tra una gara e l’altra.

Fonte: profilo Twitter Joan Mir


“Rins? La situazione è chiara, non dobbiamo parlare. Dentro alla squadra sappiamo perfettamente che dobbiamo rispettarci uno con l’altro, senza fare pazzie: Alex non mi deve aiutare, lui è ancora in corsa per il titolo. Poi, se uno di noi due sarà fuori dal mondiale sarà differente, perché un titolo è più importante di una vittoria o di un podio.
“A Le Mans, a fine gara, con la pioggia ero uno dei più veloci in pista: il risultato non era stato buono, ma abbiamo dimostrato di avere potenziale. Con l’acqua non puoi mai sapere, a volte sei veloce, altre no”.

Fabio Quartararo

 “E’ stato positivo fermarsi per una settimana, specie dopo due gare complicate, la seconda sulla stessa pista ad Aragon, dove vedi che il tuo compagno di squadra migliora tanto, mentre tu non ci riesci. Sono molto motivato, credo si possa fare bene qui”.

“Sono stato gran parte della stagione davanti in campionato, non sentivo pressione. Ma adesso, che sono secondo, mi sento molto bene: può succedere di tutto, ci sono ancora 75 punti, tutti i primi sei in campionato possono vincere il titolo. Credo che l’unico modo sia pensare gara per gara”.

Marverik Vinales

“Le ultime due gare non sono state così negative, ho portato a casa punti importanti per il campionato. Abbiamo fatto degli errori, dobbiamo imparare da quelle. Morbidelli ha fatto una gran gara ad Aragon, questo ci dà energia. Dobbiamo migliorare la costanza: i primi giri sono stato veloce ad Aragon, poi è diventato un incubo. Valencia mi piace moltissimo, sono molto carico”.

Fonte: profilo Twitter Vinales

“E’ chiaro che bisognerà stare attenti a non prendere troppi rischi con la pioggia, eventualmente lo si farà nelle FP3 per andare in Q2. Bisogna pensare che ci sono tre gare di fila”.

“Sul bagnato non conta tanto lavorare, ma conta solo il feeling che hai con la moto”.

Franco Morbidelli

“Ad Aragon avevo un gran feeling con la moto, mi sentivo molto bene. Cercherò di fare il massimo in queste tre gare con l’obiettivo di provare a lottare per il titolo. Comunque andrà, per me è un campionato positivo, ma a tre gare dalla fine, a -25 punti dalla vetta, bisogna fare il massimo possibile”.

Fonte: profilo Twitter Morbidelli

“Essere in lotta per il titolo dà un feeling particolare, strano, molto forte. L’ho avuto in passato, è bello averlo nuovamente, ma io sono 25 punti dietro, devo recuperare, fare tutto perfettamente. In altre parole: non ho niente da perdere, credo che la pressione sia più sui piloti che stanno davanti a me”.

Andrea Dovizioso

“Se sarà bagnato, dobbiamo sfruttare questa possibilità in modo intelligente. Ma la cosa importante è essere veloci sull’asciutto: i miei rivali hanno una confidenza che io al momento non ho. Ma ogni GP è una storia differente: bisogna provarci, anche se sappiamo che sarà dura. Il mio modo di guidare non funziona con queste gomme, ma tutti i piloti Ducati hanno avuto alti e bassi, più degli altri piloti. Questa è la realtà, ma questo è un circuito differente. Domani si partirà con il bagnato, quindi si lavorerà in modo differente, ma bisogna rimanere calmi”.

“Futuro? Non ho ancora preso una decisione, non è ancora il momento di parlare di questo, ma si saprà presto”.

Alex Rins

“Mi sento bene, in forma, sono contento di stare qui, fortunato di non avere il Covid. Pare che domani ci sarà pioggia, mentre dovrebbe essere bello domenica. Non ho fatto nessun calcolo per il mondiale, bisogna solo provare a vincerle tutte. Sono contento di aver fatto due podi consecutivi, proviamo a proseguire così. Correre con la pioggia è sempre una lotteria, preferisco molto di più l’asciutto. Non so come potrà andare con l’acqua, bisogna sempre pilotare con grande dolcezza e attenzione.

Fonte: profilo Twitter Rins


“Il piano era tornare a casa tra le due gare di Valencia, ma abbiamo ricevuto una email dall’Irta che ci “obbliga” a stare in circuito: staremo tutti qui, in circuito, nel motorhome. Nell’ultima settimana ho fatto lo stesso di prima: non sono stato chiuso completamente in casa, ma è complicato. Avete visto Lecuona: lui è negativo, ma suo fratello è positivo e non può correre. E’ chiaro che questa situazione ti fa venire un po’ di paranoia…”.

“Non so cosa sarebbe successo senza l’incidente di Jerez, penso solo al presente e sono contento della competitività della moto”.

Fonte immagine in copertina: profilo Twitter MotoGP

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus