MotoGP Valencia 2018 – Anteprima ed Orari Diretta TV

Il Circus del Motomondiale si appresta a vivere il suo ultimo atto. Il circuito Ricardo Tormo di Valencia sarà la sede della 20.esima edizione del Gran Premio della Comunitat Valenciana, 19.esima prova della stagione 2018. Un appuntamento che non ha molto da dire, con tutti i principali protagonisti già proiettati in ottica 2019. Dopo i festeggiamenti di Francesco Bagnaia e di Jorge Martin a Sepang, tutti i titoli riguardanti i piloti sono già stati assegnati, mancando giusto l’alloro riservato ai team in MotoGP. Marquez proverà a chiudere alla grande una stagione fantastica, mentre per motivi diversi proveranno a centrare il bersaglio di tappa anche i piloti di Ducati (che ritroverà Jorge Lorenzo) e Yamaha.

Vista aerea del circuito valenciano Ricardo Tormo, Cheste (foto da: twitter.com)

MOTOGP COMUNITAT VALENCIANA 2018 – IL PRONOSTICO

Come detto, è tutto o quasi deciso in MotoGP, con Marc Marquez laureatosi Campione a Motegi ed Andrea Dovizioso sicuro del 2° posto da Sepang. Marquez arriva a Valencia con l’intenzione di fare cifra tonda (10 vittorie stagionali, traguardo raggiunto nel 2010 (10 vittorie in classe 125, con vittoria del primo titolo) e nel 2014 (13 vittorie in classe MotoGP, nell’anno del secondo titolo consecutivo in classe regina, il quarto totale), oltre a dare la spinta decisiva al team HRC per la vittoria nel campionato dedicato alle squadre. Al Ricardo Tormo, il catalano vanta 6 podi consecutivi dal 2012 (2 vittorie, 2 secondi e 2 terzi posti), 3 pole e i festeggiamenti di due titoli mondiali (2013 e 2017). Per quanto riguarda Dovizioso, andrà a caccia di una vittoria che manca da Misano, su una pista dove non ha mai vinto, è giunto 2 volte sul podio (ultima nel 2011, 3°) e ha ottenuto una pole (2004 in classe 125).

La soddisfazione di Marc Marquez che a Sepang, complice la scivolata nel finale di Valentino Rossi, si aggiudica la gara #9 in questo 2018 (foto da: motogp.com)

Dando uno sguardo alla classifica, qualcosa ancora da assegnare c’è. A partire dal platonico gradino più basso del podio, conteso dai due piloti ufficiali Yamaha. Valentino Rossi, reduce dalla dolorosa caduta di Sepang, vanta solo due punti di margine su Maverick Vinales (195 a 193). Il Fenomeno di Tavullia non ha un bel rapporto con il circuito spagnolo: le vittorie sono 2 ma risalenti nel tempo (2003-04), i podi sono 8 (ma uno solo (2014) nelle ultime sette edizioni), le pole sono 3 (ultima nel 2014). Soprattutto, legati a questa pista sono gli incubi dei mondiali persi nel 2006 in favore del compianto Nicky Hayden e, in particolare, quello del 2015 in favore dell’allora compagno di box Jorge Lorenzo. Anche Vinales vanta 2 vittorie, allo stesso modo però ‘vecchie’ (2011 e 2013, tra classe 125 e Moto3), le quali costituiscono anche i suoi due unici podi, mentre non è mai partito in pole (3° nel 2013 come miglior piazzamento in griglia).

Il momento (purtroppo) decisivo del Gran Premio di Malesia 2018, con Valentino Rossi che scivola in curva 1 e deve dire addio ai sogni di vittoria, dopo una gara sempre al comando. A Valencia, il Dottore si giocherà con Maverick Vinales il 3° posto finale in classifica (foto da: motogp.com)

Ancora aperta è la lotta per il 5° posto mondiale, che si va ad intrecciare anche con quella riguardante il miglior pilota ‘privato’. La prima è una lotta aperta potenzialmente a cinque piloti: Alex Rins (Suzuki) e Johann Zarco (Yamaha Tech 3), al momento a pari merito a quota 149 (spagnolo avanti 4 podi a 3); Danilo Petrucci (Ducati Pramac) a quota 144, ma assente dalla top-5 dal Red Bull Ring; Andrea Iannone (Suzuki) a 133, il quale paga caro i ritiri di Motegi e Sepang; infine Jorge Lorenzo (Ducati), fermo a 130 addirittura dalla vittoria in Austria, vedendo il traguardo solo a Misano (17°) ed infortunato praticamente da Aragon. Il maiorchino dovrebbe presentarsi a Valencia almeno al 75-80% della condizione, su una pista dove ha vinto 4 volte, è giunto sul podio in 6 occasioni, con 2 pole. Non rientra nella battaglia Cal Crutchlow (148), il quale salterà anche quest’ultima gara a causa della caduta nelle libere di Phillip Island, e verrà di nuovo sostituito da Stefan Bradl.

Alex Rins, Suzuki, occupa al momento il 5° posto iridato a pari merito con Johann Zarco (foto da: motogp.com)

Passando alla corsa al titolo di miglior privato, con Crutchlow out, sarà discorso a due, con Zarco che vanta sul Petrux 5 punti di margine (149 a 144). Anche il titolo di Rookie of the Year è ancora in ballo, e vede in vantaggio il nostro Franco Morbidelli (Honda Marc VDS), avanti 10 punti (50 a 40) sul malese Hafizh Syahrin (Yamaha Tech-3). Facendo un passo indietro al Costruttori, ci si accorge anche della volata tra KTM ed Aprilia per il 5° posto, con la Casa di Mattinghofen avanti di due lunghezze sulla controparte di Noale (56 a 54). La chiusura non può non essere dedicata a Dani Pedrosa. Il pilota catalano, il più titolato su questo circuito (7 vittorie ed 11 podi, 5 pole e 7 giri record), correrà per la 295.esima ed ultima volta in carriera, prima di diventare tester della KTM. Un pezzo di storia importante del Motomondiale praticamente dell’ultimo ventennio, e sarà strano, da Losail 2019, non vederlo più in griglia.

COMUNITAT VALENCIANA 2018 – PRONOSTICO MOTO2 E MOTO3

Il Gran Premio di Malesia ha assegnato entrambi i titoli nelle due classi minori, con Francesco Bagnaia campione della Moto2 e Jorge Martin trionfatore in Moto3. Spazio quindi alla caccia alla vittoria di tappa, pur se qualche obiettivo per così dire minore è ancora in ballo. Partiamo dalla Middle Class. Se Bagnaia vorrà chiudere l’esperienza nella categoria con la 9° vittoria stagionale, Oliveira non vorrà essere da meno, anche se nel suo caso il gradino più alto del podio manca da Brno. Un obiettivo sensibile, anche perché il suo compagno di team, Brad Binder (3°), ha vinto una gara in più rispetto al portoghese (3 a 2). Parlavamo di possibili obiettivi. Può essere il 4° posto in classifica, con Lorenzo Baldassarri (162), che dovrà tener dietro gli spagnoli Alex Marquez (157), Joan Mir (155, già certo del Rookie of the Year), Luca Marini (147, reduce dalla prima vittoria a Sepang) e, seppur con scarsissime possibilità, Marcel Schrotter (138).

Il Gran Premio di Malesia ha significato festa grande in casa SKY Racing Team VR46, con Francesco Bagnaia Campione del Mondo della classe Moto2 e Luca Marini alla prima vittoria in carriera (foto da: motogp.com)

In Moto3, allo stesso modo di Bagnaia, Martin vorrà festeggiare il titolo con l’8° successo parziale della sua stagione. Proverà a chiudere degnamente anche Marco Bezzecchi, il quale deve ancora mettere in cassaforte il 2° posto in classifica, visti i 9 punti di margine su Fabio Di Giannantonio (214 a 205), anche lui a caccia del risultato di prestigio. Da segnalare anche la volata per il 4° posto tutta interna al team Leopard, con Enea Bastianini (166) avanti a Lorenzo Dalla Porta (151), entrambi a podio in Malesia. Tornando alla gara in sé, non vanno esclusi dalla possibile lotta per le prime posizioni i vari Aròn Canet, Gabriel Rodrigo (6 posizioni di penalità per l’incidente con Bezzecchi in Australia), Jakub Kornfeil, Marcos Ramirez, Albert Arenas e Darryn Binder. Tra i nostri, possibilità per Andrea Migno, Tony Arbolino, Dennis Foggia, Niccolò Antonelli e, soprattutto, per la sensazione Celestino Vietti.

Tutta la gioia di Jorge Martin e del team principal Fausto Gresini, dopo la vittoria di Sepang che ha regalato il titolo della Moto3 allo spagnolo (foto da: motogp.com)

MOTOGP COMUNITAT VALENCIANA 2018 – METEO ED ORARI TV

Il meteo, nel prossimo weekend, non promette nulla di buono, promettendo di scaricare tanta acqua sul Ricardo Tormo. Venerdì si parte con una possibilità di pioggia al 60% per le prime sessioni, che si alzerà al 90% al pomeriggio, con temperature comprese tra i 14 ed i 18 C°. Dovrebbe andar meglio sabato, dove si prevede cielo coperto e possibilità di pioggia tra il 25 ed il 30% durante le ore che vedranno impegnati in pista i piloti, mentre le temperature non dovrebbero superare i 17 C°. Domenica, infine, le previsioni al momento vedono una possibilità di pioggia al 50%, con temperature sui 16 C°. Il vento dovrebbe mantenersi moderato durante tutto il weekend. Passiamo alla copertura televisiva, con l’appuntamento valenciano che andrà in diretta sia sul satellite che sul digitale terrestre.

MOTOMONDIALE COMUNITAT VALENCIANA 2018 SKY (DIRETTA)

Venerdì 16 Novembre

PL1 Moto3 09:00-09:40
PL1 MotoGP 09:55-10:40
PL1 Moto2 10:55-11:40
PL2 Moto3 13:10-13:50
PL2 MotoGP 14:05-14:50
PL2 Moto2 15:05-15:50

Sabato 17 Novembre

PL3 Moto3 09:00-09:40
PL3 MotoGP 09:55-10:40
PL3 Moto2  10:55-11:40
Qualifiche Moto3 12:35-13:15
PL4 MotoGP 13:30-14:00
Q1 MotoGP  14:10-14:25
Q2 MotoGP  14:35-14:50
Qualifiche Moto2 15:05-15:50

Domenica 18 Novembre

Warm Up Moto3 08:40-09:00
Warm Up Moto2 09:10-09:30
Warm Up MotoGP 09:40-10:00
Gara Moto3 11:00
Gara Moto2 12:20
Gara MotoGP 14:00

MOTOMONDIALE COMUNITAT VALENCIANA 2018 TV8 (DIRETTA)

Sabato 17 Novembre

Studio MotoGP 11:30
Qualifiche Moto3 12:30
Studio MotoGP 13:15
Qualifiche MotoGP 14:00
Studio MotoGP 14:50
Qualifiche Moto2 15:00

Domenica 18 Novembre

Studio MotoGP 10:00
Gara Moto3 11:00
Studio MotoGP 12:00
Gara Moto2 12:20
Studio MotoGP 13:30
Gara MotoGP 14:00
Studio MotoGP 15:00

COMUNITAT VALENCIANA – ALBO D’ORO (SOLO 500/MOTOGP)

Presente in calendario sin dalla sua inaugurazione, nel 1999, il Gran Premio della Comunitat Valenciana si trova come appuntamento conclusivo della stagione a partire dall’annata 2002. Quest’anno, come detto in avvio, si toccherà quota 20 edizioni. Finora, il pilota più vincente al Ricardo Tormo è Dani Pedrosa, che vanta ben 7 vittorie (una in classe 125 (2002), una in classe 250 (2004-05) e quattro in classe MotoGP (2007, 2009, 2012 e 2017)). Seguono Jorge Lorenzo, titolare di 4 centri, tutti in MotoGP (2010, 2013, 2015-16), e Casey Stoner, con 3 vittorie (una in classe 125 (2003, la sua prima in carriera) e due in classe MotoGP (2008, 2011)).

Non potrà mancare un velo di tristezza domenica, sapendo che sarà l’ultima gara di un vero signore delle piste, Dani Pedrosa, tra l’altro il più titolato al Ricardo Tormo (foto da: motogp.com)

(1999) – Valencia – Régis Laconi (FRA, Yamaha)

(2000) – ” ” – Garry McCoy (AUS, Yamaha)

(2001) – ” ” – Sete Gibernau (SPA, Suzuki)

(2002) – ” ” – Alex Barros (BRA, Honda)

(2003) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Honda)

(2004) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Yamaha)

(2005) – ” ” – Marco Melandri (ITA, Honda)

(2006) – ” ” – Troy Bayliss (AUS, Ducati)

(2007) – ” ” – Dani Pedrosa (SPA, Honda)

(2008) – ” ” – Casey Stoner (AUS, Ducati)

(2009) – ” ” – Dani Pedrosa (SPA, Honda)

(2010) – ” ” – Jorge Lorenzo (SPA, Yamaha)

(2011) – ” ” – Casey Stoner (AUS, Honda)

(2012) – ” ” – Dani Pedrosa (SPA, Honda)

(2013) – ” ” – Jorge Lorenzo (SPA, Yamaha)

(2014) – ” ” – Marc Marquez (SPA, Honda)

(2015) – ” ” – Jorge Lorenzo (SPA, Yamaha)

(2016) – ” ” – Jorge Lorenzo (SPA, Yamaha)

(2017) – ” ” – Dani Pedrosa (SPA, Honda)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo