MotoGP, Test 2017 Sepang Day-3. Rossi: “Siamo andati bene”

Valentino Rossi ha chiuso la tre giorni di Sepang con il 5° tempo, staccato di un paio di decimi da Vinales, oggi autore del miglior crono. Ma il Dottore guarda più che altro al lavoro svolto in Malesia, dichiarandosi contento di come va la moto, attendendosi conferme già dai prossimi test di Phillip Island.

Valentino Rossi ha concluso i test di Sepang con il 6° crono assoluto (foto da: tribunnews.com)

Anche oggi è andata abbastanza bene, provando molte cose e con un giro nel complesso veloce” – dice il pilota Yamaha – “Nel pomeriggio abbiamo trovato delle soluzioni interessanti, che mi hanno permesso di guidare meglio. E’ stato un buon test per iniziare e siamo tutti soddisfatti. Oggi abbiamo lavorato sul setting, sul telaio nuovo, e le sensazioni sulla moto sono buone. Chiaro, c’è da lavorare sotto tutti i punti di vista, compresa la mia condizione fisica, ancora non al top“.

Adesso siamo curiosi di andare a Phillip Island, dove saranno molto diverse sia la temperatura che la pista. Vedremo se la M1 andrà bene anche lì” – continua Rossi, che poi torna sui test di Sepang, con uno sguardo più ampio: “Oggi ho terminato 5°, 6° nella classifica cumulativa; ma sono a due decimi da Vinales. Lui è andato molto forte, ha fatto un tempone, ma i primi sono stati tutti molto veloci, anche come passo. Anche noi siamo lì però, quindi il bilancio di questi tre giorni è positivo. Ho provato a fare il long run ed ho fatto una decina di giri. Ho provato ad iniziarlo con la gomma morbida, ma dopo sei o sette giri ho dovuto rallentare perché era troppo morbida. Ma siamo comunque riusciti a raccogliere utili indicazioni“.

Sulle ali inserite nella carena, infine, Rossi continua a non scoprirsi, limitandosi a dare un giudizio estetico: “Mi piace e la moto è bella da guidare. Sulla M1 le alette non hanno mai fatto una gran differenza, però mi sembrano positive. Poi la moto è molto bella così, bisognerebbe usarle anche solo per quello“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo