MotoGP Sachsenring 2017, Marquez: “Il nuovo asfalto potrebbe regalare sorprese”

Valentino Rossi ha vari circuiti che può considerare alla stregua di ‘giardini di casa’. Prendiamo ad esempio il Mugello, territorio di conquista ininterrotto dal 2002 al 2008 nella classe regina, e sul quale ha vinto in totale ben 9 volte. Ancor meglio il Dottore ha fatto a Barcellona e ad Assen, raggiungendo la doppia cifra di vittorie (10). Anche Marc Marquez ha le sue ‘fisse’. Pensiamo innanzitutto ad Austin, circuito che, in MotoGP, ha sempre visto vincere il Cabroncito, dal 2013 all’edizione di quest’anno.

Il sorriso di Marc Marquez sul podio di Assen, dove ha concluso al 3° posto (foto da: republica.com)

Se però proprio dovessimo scegliere il circuito preferito del catalano, la scelta non potrebbe non ricadere sul Sachsenring. La pista tedesca, teatro del nono appuntamento del Motomondiale 2017 questo weekend, vede Marquez trionfante addirittura dal 2010, per la bellezza di sette successi consecutivi in tutte le classi (uno in 125, due in Moto2 e ben quattro di fila in MotoGP).

Tutto ciò contribuisce nell’indicare nel pilota Honda il favorito #1 del Gran Premio di Germania, anche se il momento non è proprio dei più semplici. Inoltre, quest’anno il Sachsenring presenterà la novità dell’asfalto nuovo, il che, secondo Marc, potrebbe modificare i valori in pista. Ecco le dichiarazioni del Campione del Mondo in carica, rilasciate a Motorsport.com.

Non vedo l’ora di correre al Sachsenring, un circuito che è sempre stato molto positivo per me nel passato. Quest’anno avremo un asfalto tutto nuovo e dobbiamo aspettare per capire come si evolverà la situazione. Rispetto al passato, ciò potrebbe modificare i valori in pista. Innanzitutto il grip sarà sicuramente più alto se lo compariamo a quello trovato gli anni precedenti“, sostiene Marquez.

Dovremo rimanere concentrati per essere in grado di gestire qualunque situazione nel miglior modo possibile, come abbiamo fatto ad Assen” – continua il nativo di Cervera – “Detto ciò, è un circuito che mi piace e dove proverò ad essere forte. Siamo a soli undici punti da Dovizioso, e questo è ottimo. Il campionato è davvero molto aperto e dovremo stare tranquilli e lavorare duro“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo