MotoGP, Qatar 2019: le dichiarazioni dei piloti Honda

Il week end del Qatar che apre ufficialmente la stagione 2019 della MotoGP, ha preso il via con la tradizionale conferenza stampa del giovedì, con protagonisti sette piloti della top class. Occasione buona per raccogliere le sensazioni della nuova coppia Honda, composta da Marc Marquez e da Jorge Lorenzo:

” E’ bello ricominciare. – esordisce il sette volte campione del mondo, Marquez – Mi sento meglio e ho già dimenticato l’ infortunio patito durante l’ inverno. Sono concentrato su questa prima gara e mi sento vicino al 100% della forma.  Il precampionato é stato un pò anomalo per il nostro team, perché con due piloti infortunati non é stato possibile provare proprio tutto. Siamo riusciti a concentrarci su alcune aree della moto che necessitavano di miglioramenti e ci presentiamo qui a Losail con l’ ambizione di fare una bella gara”

(foto da: twitter.com)

I rivali nella corsa al titolo

“Ho sempre guardato tutti gli avversari allo stesso modo. Nel 2017 nessuno avrebbe scommesso su Dovizioso e invece é stato il rivale più competitivo degli ultimi due anni. Quest’anno non é facile fare un pronostico, perché nei test tutte le case sono migliorate, per cui saremo in tanti a lottare. La stagione sarà molto lunga, cercheremo di fare ciò che sappiamo”

Capitolo cadute e il nuovo motore Honda

“Voglio ridurre il numero ma se c’é bisogno di cadere altre 23 volte per vincere il mondiale, per  me non é un problema. E’ il mio modo di correre e so quando devo cercare il limite. Potenza? Honda é migliorata molto in accelerazione ma quando il motore é potente perdi in altre aree. Continuiamo a lavorare per avere un’ erogazione più scorrevole”

Il significato della Motogp

“E’ il mio stile di vita, la mia passione. E’ lo spettacolo più bello che possiamo offrire al pubblico. Quando guido la moto provo sensazioni bellissime” 

Riflettori puntati anche su Jorge Lorenzo, pronto alla sua gara d’ esordio nelle vesti di pilota ufficiale HRC:

” L’ inverno è stato un pò complicato per via degli infortuni. Piano piano mi sto avvicinando alla condizione ideale e credo di aver bisogno ancora di un mese per potermi sentire al 100%. La Honda, in quest’ottica, ha portato qui in Qatar delle modifiche che mi faciliteranno la vita in sella alla moto”

fonte: giornalemotori.com

Differenze Honda-Ducati

Honda é una moto completamente diversa, di conseguenza ha punti di forza e punti deboli differenti. La moto mi piace, mi sento a mio agio ma si può migliorare e dobbiamo continuare a lavorare sui dettagli per avvicinarci alla perfezione. Speriamo di fare una bella gara con un buon passo. HRC migliorata in velocità? Si ed è una buona cosa per noi. Abbiamo un motore veloce e in ogni circuito del mondiale diventa importante avere tanta velocità di punta”

La MotoGP

“E’ la mia passione, il mio lavoro. Ciò che so fare meglio nella vita. Come ha detto Marc é lo sport più bello del mondo perché crea spettacolo e sono felice di fare parte di questo mondo”

Questione sicurezza

Domani parlerò in safety commission per analizzare i problemi legati all’orario di gara. Quando cala la temperatura si alza l’ umidità e la pista diventa molto scivolosa, per cui il rischio di cadere è altissimo. La mia proposta é quella di correre alle 19 locali”

 

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus