MotoGP, presentato lo Sky Racing Team VR 46

Al Talent Garden di Milano, lo Sky Racing Team VR 46 ha presentato i piloti che prenderanno parte al Motomondiale 2017. Un’annata importante, per il team di Valentino Rossi, visto che ci sarà anche lo sbarco in Moto2, dopo tre anni di impegno esclusivo in Moto3.

Lo Sky Racing Team VR46 al completo, durante la presentazione di oggi (foto da: moto.it)

Per quanto riguarda la Moto3, i piloti sono i confermati Andrea Migno e Nicolò Bulega, i quali avranno a disposizione una KTM. Sulla Moto2 (Kalex), avremo Stefano Manzi e Francesco Bagnaia. Tutti gestiti dal team manager Pablo Nieto.

Gli obiettivi del team sono molto ambiziosi, come sottolinea lo stesso Nieto: “L’inverno è stato lungo e non vediamo l’ora di iniziare a scendere in pista. Quest’anno avremo quattro piloti da gestire e il compito non sarà semplice perchè è raddoppiato l’impegno nel motomondiale. Abbiamo tanta fiducia nelle loro qualità e ci auguriamo di far una gran bella stagione“.

Questo invece il pensiero di Alessio Salucci, noto come ‘Uccio’: “L’anno scorso sia Migno che Bulega hanno fatto un bel lavoro, ma ora ci aspettiamo di poterci giocare fino alla fine la vittoria del campionato. Vogliamo raggiungere dei risultati importanti in questa stagione. Anche nel muretto abbiamo fatto degli innesti importanti come quelli di Luca Brivio, come coordinatore, e Pietro Caprara come di direttore tecnico. Ringraziamo inoltre i nostri sponsor che ci sostengono sempre. Quest’anno si è unito anche Oakley nel nostro gruppo“.

Pecco Bagniaia è convinto di poter ben figurare, come fatto anche nella “entry class”. “E’ una categoria importante per la mia carriera” – sottolinea il pilota torinese – “L’anno scorso ho terminato 4° la Moto3 e dovrò lavorare sodo per migliorare ed adattare il mio stile di guida alla Moto2. Il mio obiettivo è di riuscire a stare costantemente con i migliori“. Cos’, invece, Stefano Manzi: “Non vedo l’ora di iniziare a correre. Io sono alto e sulle Moto3 non ci stavo. Per questo ho subito avuto l’occasione di confrontarmi in una categoria cosi impegnativa come la Moto2” – spiega il 17enne di Rimini – “In questo campionato ci sono tanti piloti competitivi, spessissimo racchiusi in pochissimi decimi. Dovremo lavorare per fare il meglio possibile gara dopo gara“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo