MotoGP Malesia 2019, Risultati Libere Venerdì: Quartararo e le Yamaha davanti

Anche in Malesia il weekend della MotoGP parte nel segno della Yamaha e, più nello specifico, in quello di uno scatenato Fabio Quartararo. Il francesino del team Petronas ha dettato legge a Sepang, risultando il più veloce sia nella prima che, soprattutto, nella seconda sessione, dove ha rifilato distacchi molto pesanti agli avversari. Più in generale, è stato un avvio decisamente positivo per la Casa di Iwata, la quale ha piazzato tre moto ai primi tre posti al mattino, mentre al pomeriggio tre nei primi quattro posti, con le buone prestazioni di Valentino Rossi e Franco Morbidelli, mentre un pò più attardato è risultato Maverick Vinales. Lo spagnolo, così come Marc Marquez (appena 13° di pomeriggio), si è concentrato soprattutto sul passo gara. Bene anche la Ducati, che in PL2 è 2° con Andrea Dovizioso e 5° con Jack Miller. Un pò in affanno i Suzuki, mentre sorprende ancora l’Aprilia, che al momento è in Q2 virtuale grazie all’ottimo Aleix Espargaro. A proposito di Q2, questi i piloti al momento qualificati (l’ordine è quello della combinata): Quartararo, Morbidelli, Dovizioso, Vinales, Rossi, Marquez, Rins, Miller, Aleix Espargaro e Crutchlow. Da segnalare il forfait di Miguel Oliveira che, dopo aver testato le proprie condizioni nella prima sessione, ha alzato bandiera bianca; troppo il dolore dopo la caduta rimediata a Phillip Island.

Fabio Quartararo ha dominato il venerdì del Gran Premio della Malesia 2019, imponendosi sia nelle PL1 che nelle PL2 (foto da: motogp.com)

MOTOGP MALESIA 2019, CRONACA PL1

Con il tempo di 1:59.027, Fabio Quartararo comincia bene il weekend di Sepang; una prima sessione da sogno per il team Petronas, che corre in casa, dato il 2° tempo di Franco Morbidelli, staccato di 83 millesimi dal compagno di box. Il terzetto Yamaha è completato da Maverick Vinales (+0.191), mentre più staccati troviamo la Honda HRC di Marc Marquez (+0.490), la Ducati di Andrea Dovizioso (+0.500) e la Suzuki di Alex Rins (+0.519). Col 7° tempo ecco l’Aprilia di Aleix Espargaro (+0.827), seguita dalla M1 di Valentino Rossi (+0.866), dalla Honda LCR CASTROL di Cal Crutchlow (+0.948) e dalla Ducati Pramac di Jack Miller (+0.969), che chiude la top-10.

In 11° posizione ecco l’altra GSX-RR di Joan Mir (+1.383), un bel pò avanti all’altra Ducati ufficiale di Danilo Petrucci (+1.799) e a quella Avintia di Karel Abraham (+1.847), mentre sono sotto i 2″ di distacco anche Pol Espargaro, con la prima KTM (+1.924), e Francesco Bagnaia, con l’altra Ducati Pramac (+1.973). In 16° posizione c’è Johann Zarco, LCR Honda IDEMITSU (+2.011), seguito da Andrea Iannone, Aprilia (+2.145), da Jorge Lorenzo, Honda HRC (+2.488), dal pilota di casa Hafizh Syahrin, KTM Tech 3 (+2.552), da Mika Kallio, KTM (+2.932), e da Miguel Oliveira, KTM Tech 3 (+6.385). Per quel che riguarda i giri all’attivo, davanti c’è Quartararo (18), mentre chiude il dolorante Oliveira (4).

MOTOGP MALESIA 2019, CRONACA PL2

Fabio Quartararo fa sua anche la PL2, con il tempo di 1:58.576. Il francese del team Petronas, che nel 2020 avrà una M1 ufficiale, ha inflitto distacchi pesanti agli avversari, visto che Andrea Dovizioso (Ducati) e Valentino Rossi (Yamaha) inseguono rispettivamente a +0.630 e a +0.708. Sotto il secondo anche Franco Morbidelli, con la seconda M1 del team Petronas (+0.926), davanti a Jack Miller, Ducati Pramac (+1.017), ad Aleix Espargaro, Aprilia (+1.131), a Cal Crutchlow, LCR Honda CASTROL (+1.135), a Francesco Bagnaia, Ducati Pramac (+1.198), a Maverick Vinales, Yamaha (+1.269), e ad Alex Rins, Suzuki (+1.273), che chiude i primi 10. Peccato per Bagnaia: nonostante l’8° tempo, infatti, il torinese non riesce ad accedere alla Q2 virtuale per appena 63 millesimi.

Ancora 11° Joan Mir, con la seconda Suzuki (+1.408), seguito da Danilo Petrucci, Ducati (+1.481), Marc Marquez, Honda HRC (+1.639), inusualmente indietro in classifica ma concentrato sul passo, Johann Zarco, LCR Honda IDEMITSU (+1.692), e Karel Abraham, Ducati Avintia Racing (+1.901). In difficoltà le KTM: Pol Espargaro è 16° (+2.082), mentre Mika Kallio (19° a +3.441) e Hafizh Syahrin, con la moto austriaca del team Tech 3 (20° a +3.853), chiudono la classifica; in mezzo Jorge Lorenzo, Honda HRC (+2.129), e Andrea Iannone, Aprilia (+2.614). Come giri completati, il più attivo è risultato Mir (19), mentre Iannone è in coda (9).

Qui classifica e tempi delle prime due sessioni di prove libere del Gran Premio della Malesia 2019.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo