MotoGP, l’ultima prova del 2020 si disputerà a Portimao

Sarà il Gran Premio del Portogallo a chiudere la stagione 2020 del Motomondiale

La FIM, l’IRTA Dorna Sports hanno annunciato nella giornata di ieri l’aggiunta del 15° appuntamento al calendario di questo 2020, reso molto complicato dalla pandemia da COVID-19. Parliamo del Gran Premio del Portogallo, che si svolgerà dal 20 al 22 novembre, diventando il ‘season finale’ del campionato in corso. 

Il teatro dell’evento sarà l’Autódromo Internacional do Algarve di Portimao, che farà così il suo debutto nel calendario iridato. Il circuito lusitano ospita la Superbike dal 2008 ormai, e debutterà quest’anno anche in Formula 1, con il Gran Premio del Portogallo programmato per il 23-25 ottobre.

Il circuito portoghese di Portimao

Il Gran Premio lusitano manca dal calendario del Motomondiale dal 2012. In totale si sono disputate 14 edizioni, delle quali la prima nel 1987 in Spagna, a Jarama, e le altre dal 2000 al 2012 all’Estoril. Valentino Rossi è il pilota più vincente, con 5 trionfi (2001 in classe 500, 2002-04 e 2007 in MotoGP); con tre vittorie gli spagnoli Jorge Lorenzo (2008-10 in MotoGP), Toni Elias (2003-04 in classe 250, 2006 in MotoGP) ed Alvaro Bautista (2006 in classe 125 e 2007-08 in classe 250).

Di seguito, le dichiarazioni di Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sport: “È una grande novità per noi, abbiamo firmato un accordo nel 2017 con Portimao perché diventasse un circuito di riserva per qualsiasi tipo di cancellazione e siamo stati in contatto con loro per tutto questo tempo. Siamo stati a Portimao con la Superbike e pensiamo che sia una possibilità straordinaria per noi; nell’accordo è prevista la possibilità di riasfaltare la pista dopo il Round della Superbike. Quando l’abbiamo detto ai piloti erano entusiasti perché hanno visto la pista in TV, ma noi non ci siamo mai stati”. 

Il Portogallo ha una lunga storia nel nostro sport e ci sono state battaglie storiche ad Estoril. È un’ottima cosa per noi avere la possibilità di tornare in Portogallo soprattutto con la partecipazione di Miguel Oliveira, perché è bello avere un pilota portoghese in grado di competere nel proprio paese. Siamo estremamente felici di poter correre a Portimao a fine anno“.

Così Jorge Viegas, Presidente FIM: “Sono molto orgoglioso che il MotoGP™ torni nel mio paese dopo otto anni dall’ultimo Gran Premio che si è svolse al Circuito do Estoril nel maggio del 2012. Desidero ringraziare calorosamente Dorna, l’Autódromo Internacional do Algarve e la Federazione Motociclistica del Portogallo per essere riusciti ad ottenere le condizioni necessarie per l’organizzazione della finale del Campionato del mondo FIM MotoGP™ 2020 che si terrà in Portogallo“.

Chiudiamo con le parole di Paulo Pinheiro, amministratore delegato dell’autodromo portoghese: “È un grande risultato per il nostro team accogliere finalmente la MotoGP™che rappresenta l’apice del motorsport a due ruote e siamo davvero entusiasti di ospitarli. È stato un lungo processo, abbiamo un accordo con Dorna in vigore dal 2017 e finalmente tutto il duro lavoro è stato ripagato. Inoltre, avere Miguel Oliveira sulla griglia di partenza del MotoGP™, e vederlo nelle condizioni di poter lottare per il podio sarà un’aggiunta straordinaria per questa gara, speriamo che il campionato si decida qui”. 

Stiamo lavorando per accogliere i tifosi, cominceremo con una capienza di 30.000 persone per il fine settimana del Gran Premio e poi decideremo con Dornae con le autorità sanitarie le fasi successive. Fatichiamo a trovare le parole per esprimere quanto siamo felici di avere questa gara“.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo