MotoGP, GP Catalogna: le dichiarazioni di Rossi e Vinales dopo le prove libere

Venerdì in chiaroscuro per il team ufficiale Yamaha, rigorosamente alle spalle del sempre più convincente “privato”, Fabio Quartararo. Valentino Rossi chiude le prime due sessioni con il settimo riferimento cronometrico, mentre per Maverick Vinales la top-ten rimane un tabù: lo spagnolo chiude al 15° posto a con le credenziali per una rapida risalita.

Qui a Barcellona il grip è sempre molto basso, ma nonostante ciò su questa pista ho sempre sensazioni positive e mi piace guidare. – il commento a caldo di Valentino – Il feeling con la M1 è molto buono, siamo rimasti saldamente nella top-ten in entrambi i turni e domani dovremo confermare questo trend per accedere direttamente alla Q2. Poi vedremo cosa possiamo fare in qualifica. Il motore? Il tratto in discesa prima del traguardo e il vento contrario ci penalizzano un pò. Grossi miglioramenti sotto questo punto di vista però non ce ne sono e infatti nella graduatoria delle velocità di punta siamo in fondo. Lo sviluppo del motore è comunque fermo, per cui la possibilità di crescere è limitata per quest’anno

Valentino Rossi,  (foto da: motogp.com)

Solo 15° crono, invece, per Maverick Vinales, convinto di poter fare un importante step nella FP3, con la speranza di accedere direttamente alla Q2: “In mattinata siamo andati bene, mentre nel pomeriggio ho faticato tantissimo a livello di grip in quasi tutti i settori. La maggior parte del lavoro, oggi, si è concentrato in funzione della gara, alla ricerca delle soluzioni idonee in vista di domenica. Nelle FP3 scenderemo in pista per puntare al tempo cronometrato che ci possa spingere direttamente in Q2. Stiamo lavorando nella giusta direzione e dobbiamo rimanere calmi e concentrati per raggiungere questo primo obbiettivo”

Vinales 
Fonte. Twitter Vinales

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€