MotoGP, correre di notte in Qatar con la pioggia non convince i piloti

Poco meno di due settimane fa, i membri della Direzione Gara della MotoGP, Loris Capirossi e Franco Uncini, effettuarono un test, dall’esito positivo, riguardo alla possibilità di poter disputare il Gran Premio del Qatar, che si corre in notturna a Losail, anche con la pioggia (clicca qui).

La pioggia sul circuito di Losail, in Qatar (foto da: omnimoto.it)

Ad un mese dalla gara inaugurale della stagione 2017, però, non pochi piloti, interrogati in proposito nel corso dei test di Phillip Island, hanno espresso delle perplessità circa questa evenienza. Ricordiamo che, nel 2009, un acquazzone improvviso portò allo spostamento della gara della MotoGP al lunedì seguente, fatto mai verificatosi nella storia, prima di quella circostanza.

Dobbiamo andar lì e provare, anche perchè non ho mai corso sotto la pioggia di notte. C’è il problema della luce dei riflettori che si riverbera sull’asfalto bagnato“, dice Maverick Vinales. Molto dubbioso Alvaro Bautista: “In quelle condizioni, già guidando una moto stradale ci si accorge dei riflessi. Per me non è un qualcosa di positivo, ma finchè non proveremo non potremo farcene un’idea completa. Se non piove comunque è meglio, saremmo tutti più contenti“.

Il pilota della KTM, Pol Espargaro, mette in risalto il fatto che i piloti non siano stati interpellati prima di effettuare il test: “Non so perchè non sia successo. Bisognava chiedere la nostra opinione. Ne parleremo sicuramente durante l’incontro della Grand Prix Commission del venerdì prima del Gran Premio“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo