MotoGP, Andrea Dovizioso: “L’obiettivo è portare a casa il massimo possibile”

Andrea Dovizioso, con le due vittorie consecutive rimediate tra Mugello e Barcellona, è l’uomo del momento in MotoGP. Il pilota della Ducati, in stato di grazia nelle ultime settimane, sbarca ad Assen con il chiaro intento di chiudere le distanze dal leader del Mondiale, Maverick Vinales, che lo precede in classifica di 7 lunghezze.

Andrea Dovizioso solleva il trofeo del vincitore in quel del Montmelò (foto da: thecheckeredflag.co.uk)

In campionato mi trovo in buona posizione, ma non è il mio unico pensiero. Il mio obiettivo è sempre quello di portare a casa il massimo punteggio possibile” – spiega il forlivese – “In un campionato con così tanti alti e bassi che coinvolgono i migliori, il lavoro per limare i problemi fa la differenza in ogni fine settimana. Il nostro pacchetto ha alcuni limiti e dobbiamo cercare di migliorarci, sarebbe fondamentale per gestire al meglio i weekend di gara“.

Se continuo a lavorare come sto facendo fino a questo momento, sento che posso giocarmela. Devo vedermela con avversari fenomenali, ma sento di poter stare con loro” – prosegue il Dovi – “Ducati favorita da queste Michelin? Allora, è indubbio che nelle ultime due uscite siamo andati molto bene, sfruttando al meglio gli pneumatici francesi. Ma quando andavamo male cosa avremmo dovuto dire? La Michelin sta provando ad accontentare tutti, ma non è facile. In alcune gare siamo finiti a 24 secondi, e la stessa situazione la stanno vivendo tutti“.

Non so cosa accadrà qui ad Assen. Tante volte abbiamo pensato che un weekend potesse andare in un certo modo, per poi vederlo sviluppare in maniera assolutamente opposta” – conclude Dovizioso – “Penso di poter continuare a far bene, ma la certezza ovviamente non c’è. Comunque concordo con quanto detto da Marquez. Bisogna pensare positivo e portare a casa il massimo di punti possibile. E’ un campionato incertissimo e possiamo renderlo vivo fino alla fine“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo