MotoGP Andalusia 2020, Risultati Qualifiche: Quartararo si conferma in pole

Il francese partirà davanti a tutti ancora una volta. Battuto Vinales, molto bene Bagnaia (3°) e Rossi (4°). Marquez alza bandiera bianca

Due su due (quarta di fila, 11.esima in carriera) per Fabio Quartararo, che si è preso la pole nel secondo round a Jerez de la Frontera, valvole come Gran Premio di Andalusia. Il pilota Petronas fa realizzare il tempo di 1:37.007, davanti a Maverick Vinales (+0.095), che avrebbe ottenuto la pole ma il suo giro conclusivo è stato cancellato per violazione dei track limits. Bene gli italiani, con Francesco Bagnaia, Ducati Pramac (+0.169), che completa la prima fila e Valentino Rossi ottimo 4° (+0.335). Con lui in seconda fila Miguel Oliveira, KTM Tech 3 (+0.337), e Franco Morbidelli, Yamaha Petronas (+0.405).

Terza fila con la prima Ducati (Pramac) di Jack Miller (+0.416), con l’unica Honda (LCR) nei primi 12, cioè quella di Takaaki Nakagami (+0.457), e la KTM ufficiale di Brad Binder (+0.589). Quarta fila per la Suzuki di Joan Mir (+0.593), la Ducati ufficiale di Danilo Petrucci (+0.899) e l’altra KTM ufficiale di Pol Espargaro (+3.270). In quinta fila troviamo un caparbio Cal Crutchlow (Honda LCR), un deluso Andrea Dovizioso (Ducati) e Johann Zarco (Ducati Avintia); sesta con Aleix Espargaro (Aprilia), Iker Lecuona (KTM Tech 3) e Tito Rabat (Ducati Avintia).

Seconda pole consecutiva in questo 2020 per Fabio Quartararo (foto da: motogp.com)

In settima, invece, Bradley Smith (Aprilia), Alex Rins (Suzuki) ed Alex Marquez (Honda HRC). Sabato negativo per il team campione del mondo: mentre Alex continua a faticare tanto, Marc Marquez torna ai box per il troppo dolore al braccio operato dopo un solo giro di Q1. Molto difficile che domani il Cabroncito si schieri in griglia; nel caso, partirebbe 22° ed ultimo, unico in ottava fila.

MotoGP Andalusia 2020, Cronaca Q1

Sessione d’apertura delle seconde qualifiche stagionali che si prospetta molto interessante, con i nostri Franco Morbidelli e Andrea Dovizioso come favoriti per il passaggio del taglio, ma gli occhi saranno soprattutto su Marc Marquez. Senza dimenticare gli altri due ‘acciaccati’ illustri, ovvero Alex Rins e Cal Crutchlow. Da non sottovalutare per il passaggio in Q2 Aleix Espargaro e Johann Zarco.

Subito una sorpresa (relativa): entrato in pista per un tentativo veloce, Marquez rientra ai box mestamente e, con alta probabilità, finisce qui il suo weekend. Intanto Aleix Espargaro va al comando (1:37.907), seguito a ruota da Morbidelli (+0.107). Davanti balza Oliveira (1:37.355), rifilando quasi 4 decimi a Morbidelli, che si conferma 2°; Zarco è 3° a soli 33 millesimi dal Morbido, seguito da Aleix Espargaro e Crutchlow, mentre è lento al momento Dovizioso (9°), davanti solo ad Alex Marquez e Rins.

Secondo e decisivo time-attack per capire chi andrà a far parte dei 12 che si contenderanno la pole. Aleix Espargaro migliora tempo ma non la posizione (4°), mentre arriva la conferma che Marc Marquez non tornerà in pista. Attenzione al Dovi, che sale in 3° posizione (+0.310); Morbidelli si avvicina ad Oliveira (+0.286). Migliora ancora Morbidelli, mentre sfiora l’impresa Crutchlow (3°). Caduto abbastanza rovinosamente Alex Marquez. Bandiera scacchi: Oliveira e Morbidelli passano; eliminati Crutchlow, Dovizioso, Zarco, Aleix Espargaro, Lecuona, Rabat, Smith, Rins e i fratelli Marquez, Alex e Marc.

MotoGP Andalusia 2020, Cronaca Q2

Alla lotta per la pole parteciperanno Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, Maverick Vinales e Valentino Rossi per la Yamaha, Jack Miller, Francesco Bagnaia e Danilo Petrucci per la Ducati, Pol Espargaro, Brad Binder e Miguel Oliveira per la KTM, Takaaki Nakagami per la Honda e Joan Mir per la Suzuki. Tutti in pista per il primo tentativo, con Oliveira che indugia più degli altri ai box.

Il primo a passare sul traguardo è Pol Espargaro, in 1:41.543, spazzato via da Binder (1:37.946); ma davanti passa Bagnaia (1:37.531), seguito da Petrucci. Arriva Vinales e si prende la vetta (1:37.217). Bagnaia e Quartararo salgono i prima fila virtuale, davanti a Binder; Vinales fa casco rosso nel T3 e passa sul traguardo in 1:37.102, migliorando di 115 millesimi. La classifica momentanea a metà Q2 vede lo spagnolo della Yamaha al comando, seguito da Bagnaia, Quartararo, Binder, Nakagami, Morbidelli, Miller, Mir, Petrucci, Rossi e Pol Espargaro. Senza tempo Oliveira.

Rientrano di nuovo tutti sul tracciato, Oliveira compreso, che aveva un solo treno di gomme da qualifica a disposizione. Comincia con due caschi rossi Quartararo, che diventano tre con 101 millesimi di vantaggio; sul traguardo il pilota Petronas fa 1:37.007, pole provvisoria, mentre Morbidelli si porta in 4° posizione. Spingono Bagnaia e Rossi: il torinese si conferma 3°, mentre il Dottore sale in 5° posizione; caduto Pol Espargaro. Nakagami passa a sua volta 5°, e continua a spingere Quartararo, ma non migliora per 88 millesimi.

Vinales al momento non riesce a rispondere al compagno di marca. Rossi è veloce (4°), davanti a Oliveira; Bagnaia 3° e Nakagami lungo nella ghiaia. Ma c’è Vinales, con due caschi rossi nei primi due settori; Top Gun continua a tirare come un dannato e sul traguardo scende sotto l’1:37 (1:36.907); il giro però gli viene cancellato per aver ecceduto i limiti della pista in curva 7. Ancora pole, quindi, per Quartararo, davanti a Vinales, Bagnaia e Rossi. Poi Oliveira, Morbidelli, Miller, Nakagami, Binder, Mir, Petrucci e Pol Espargaro.

Griglia di Partenza Gran Premio di MotoGP di Andalusia:

1 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 283.4 1’37.007
2 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 284.2 1’37.102 0.095 / 0.095
3 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 291.1 1’37.176 0.169 / 0.074

4 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 286.4 1’37.342 0.335 / 0.166
5 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 287.2 1’37.344 0.337 / 0.002
6 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 283.4 1’37.412 0.405 / 0.068

7 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 290.3 1’37.423 0.416 / 0.011
8 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 283.4 1’37.464 0.457 / 0.041
9 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 284.2 1’37.596 0.589 / 0.132

10 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 286.4 1’37.600 0.593 / 0.004
11 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 289.5 1’37.906 0.899 / 0.306
12 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 282.7 1’40.277 3.270 / 2.371

13 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 288.7 1’37.644 0.289 / 0.132
14 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 288.7 1’37.656 0.301 / 0.012
15 5 Johann ZARCO FRA Hublot Reale Avintia Ducati 288.7 1’37.761 0.406 / 0.105

16 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 283.4 1’37.885 0.530 / 0.124
17 27 Iker LECUONA SPA Red Bull KTM Tech 3 KTM 281.2 1’38.206 0.851 / 0.321
18 53 Tito RABAT SPA Hublot Reale Avintia Ducati 288.0 1’38.211 0.856 / 0.005

19 38 Bradley SMITH GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 284.2 1’38.310 0.955 / 0.099
20 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 288.7 1’38.601 1.246 / 0.291
21 73 Alex MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 284.9 1’38.648 1.293 / 0.047
22 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo