MotoGp 2019 Gp di Germania, dichiarazioni di Dovizioso e Petrucci prima del weekend

E’ il giovedì, consueta giornata da dedicare alla conferenza stampa prima del weekend. Questa volta si gareggerà in Germania, per la precisione sul circuito del Sachsenring, per la nona prova del motomondiale 2019.
Dovizioso mentre fa pubblicità ad un’iniziativa per entrare nel circuito del Sachsenring attraverso un’app.
Fonte: Dovizioso Twitter

Dovizioso è molto entusiasta della scelta di Petrucci come suo compagno di squadra. Non ha avuto nulla da ridire, le regole sono state chiare sin dall’inizio. Tra i due non esistono ordini di scuderia, il più forte ha il diritto-dovere di vincere:

“Sono molto contento e non è sicuramente una sorpresa: Danilo è cresciuto molto quest’anno, non tanto come velocità, perché era già veloce in passato, ma nella gestione di tutto il fine settimana e della gara. E’ terzo in campionato, non vedo chi avrebbe potuto prendere il suo posto: mi fa piacere ed è bello che possiamo continuare ad allenarci assieme”

Invece, per quanto riguarda il weekend, si trova a dover guidare su di una pista, quella del Sachsenring dove non si è mai trovato bene. Dovrà cercare di essere rilassato, non come gli è accaduto lo scorso anno:

“Questo è un circuito ‘aggressivo’ e lento, nel quale si sta a lungo nella stessa posizione: se non sei rilassato a guidare, perdi parecchio. Ed è quello che mi era accaduto l’anno scorso: per cercare di essere competitivo fin da venerdì, ho sprecato troppe energie e a fine gara ho dovuto rallentare”.

Petrucci festeggia i 93 anni della Ducati, nata il 4 Luglio 1926.
Fonte: Twitter Petrucci

Il suo compagno di squadra Petrucci, invece, è contento di aver rinnovato con la Ducati. Le parti non hanno fatto fatica a proseguire l’avventura insieme. Per quanto riguarda la pista, è molto complicata, anche se lo scorso anno ha perso il podio per pochissimo:

 “Sicuramente entrambi le parti volevano continuare questa avventura. La prima parte della stagione è stata molto positiva. Fin dall’inzio avevo detto che volevo rimanere in questo team per molti anni. Non ho pressione, per me è un’opportunità. Abbiamo degli avversari molto forti e credo che possiamo concentrarci maggiormente sulla pista e non su quello che succede fuori dalla pista (..) l’anno scorso ho perso il podio a un giro e mezzo dalla fine perché Maverick mi ha superato, avevo pochissima gomma. Penso che qui la chiave sia gestire la gomma posteriore. Sarà dura battere Marc”  

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega