Mondiali, quarti di finale: Uruguay-Francia 0-2: due gol dal nulla condannano i sudamericani

Due episodi isolati e un Griezmann dal piede caldo regalano alla Francia l’accesso in semifinale contro una tra Brasile e Belgio: prima Bentancur atterra senza motivo un avversario provocando la punizione, battuta da Griezmann, che porta Varane a mettere in rete di testa e poi Muslera completa l’opera con una papera su un tiro senza pretese dello stesso petit diable. La Celeste, che può recriminare per un paio di occasioni sfumate per un nonnulla (vedere, ad esempio, la grandissima parata di Lloris a fine primo tempo), esce tra gli applausi, mentre i Bleus approdano in semifinale e aspettano una tra Brasile e Belgio.

La prima frazione è bloccata: ci si gioca pur sempre la semifinale e nessuna delle due squadre è intenzionata a scoprirsi, cosicché non ci sono vere e proprie occasioni per quasi tutta la prima frazione, escluso un colpo di testa di Mbappé finito oltre la traversa dopo un quarto d’ora. La Francia si affida quasi esclusivamente alla velocità del suo giovanissimo talento, oggi controllato abbastanza bene da Laxalt, mentre l’Uruguay non va oltre due tiri centrali che Lloris para senza problemi. Al 40° Bentancur stende inutilmente Tolisso con un intervento da dietro e viene ammonito (salterà l’eventuale semifinale) e dal relativo calcio di punizione, battuto da Griezmann, nasce l’improvviso vantaggio francese siglato da Varane, che stacca più in alto di tutti e non lascia scampo a Muslera.

Al 44° minuto i sudamericani hanno una doppia occasione per pareggiare: prima è un miracolo di Lloris ad evitare che un colpo di testa di Caceres, anch’esso da calcio da fermo, finisca all’angolino e, sulla respinta, è Godin a sprecare tutto fiondandosi sulla ribattuta e calciando altissimo. I primi quarantacinque minuti terminano così, con qualche rimpianto per gli uomini di Tabarez.

Il copione ripresa non si discosta da quello del primo tempo: né francesiuruguayani riescono a superarsi a vicenda. I sudamericani provano di tanto in tanto a rendersi insidiosi, ma manca la precisione. Come accaduto prima, è un episodio a modificare ancora il risultato: al 62° minuto Griezmann rilascia un innocuo sinistro da fuori area, ma Muslera si lascia scappare il pallone e regala il raddoppio ai Bleus. La reazione è immediata e vede Rodriguez sfiorare il palo con un tiro dalla media distanza.

Successivamente l’Uruguay sparisce progressivamente dal campo, mentre i transalpini prendono sempre più piede, tanto che al 73° minuto Tolisso sfiora il tris con un tiro a giro. I restanti diciassette minuti più cinque di recupero non offrono ulteriori emozioni.

TABELLINO

Uruguay (4-3-1-2): Muslera, Caceres, Godin, Gimenez, Laxalt; Nandez (73′ Urreta), Torreira, Vecino; Bentancur (59′ Rodriguez); Suarez, Stuani (59′ Gomez). CT: Tabarez

Francia (4-2-3-1): Lloris, Hernandez, Umtiti, Varane, Pavard; Pogba, Kantè; Tolisso (79′ N’Zonzi), Mbappé (87′ Dembelé), Griezmann (93′ Fekir); Giroud. CT: Deschamps

Arbitro: Pitana (Arg)

Marcatori: 39′ Varane e 62′ Griezmann

Ammoniti: Hernandez, Bentancur, Mbappé e Rodriguez

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana