Milan-Spal 2-1, voti e pagelle: risorge El Pipita, provvidenziale Donnarumma. Male Cionek e Dickmann

Ecco voti e pagelle del posticipo di San Siro, che ha visto il Milan tornare alla vittoria, sconfiggendo in rimonta la Spal grazie alla rete di Higuain, il quale ha interrotto l’astinenza da goal.

Fonte immagine: Facebook – Bergamonews

Il Milan  ritrova il successo dopo quattro giornate, chiudendo in maniera felice un 2018 che ha visto i rossoneri in difficoltà nell’ultimo mese. La vittoria in rimonta ottenuta ieri a San Siro sulla Spal, ha consentito alla squadra di mister Gattuso di poter uscire da una crisi, che sembrava non avere fine. Nel ritorno al successo del Milan, c’è da segnalare il ritorno al goal di Higuain, il quale si è sbloccato dopo 9 giornate di digiuno, decidendo il risultato finale a favore dei rossoneri. Una prestazione positiva sotto molti aspetti da parte del Milan, bravo a rimanere in partita dopo il goal subito e reagire, soprattutto con i suoi uomini migliori che con carattere e grinta hanno rilanciato la squadra verso quel quarto posto che ora dista soltanto un punto.

VOTI E PAGELLE

I MIGLIORI

Donnarumma 7- Il portiere rossonero conferma il buon momento di forma, rendendosi protagonista in diverse occasioni, soprattutto nei minuti finali su Petagna, consentendo al Milan di difendere la vittoria.

Calhanoglu 7- Finalmente ! Il giocatore turco è tornato far vedere le sue enormi qualità tecniche e il Milan ne ha avuto beneficio,suo lo zampino che ha portato Higuain al goal. Speriamo che questa prestazione positiva, sia quella di un ritrovato Calhanoglu, che potrà essere utile a Gattuso per il prosieguo della stagione.

Higuain 6,5- Il Pipita non disputando una prestazione poco esaltante interrompe il digiuno di goal che durava da ben 9 giornate, realizzando la rete della vittoria che ha ridato il sorriso a se stesso e al Milan.

I PEGGIORI

Cionek 5- L’ex Palermo, ha sofferto Castillejo per tutta la gara, senza mai contenerlo nell’uno contro uno.

Dickmann 5- Era chiamato a sostituire Lazzari sulla fascia destra e lo ha fatto nel peggiore dei modi, venendo superato facilmente da Calhanoglu e Suso.

Suso 5,5- Lo spagnolo fino all’espulsione aveva offerto una buona prestazione, ma questa ingenuità lo ha penalizzato, saltando di conseguenza la gara di Supercoppa contro la Juventus.