Milan-Ludogorets 1-0: rossoneri bravi ad andare subito in vantaggio e poi gestire la partita

Analisi tattica Milan-Ludogorets 1-0: i rossoneri sono bravi a reggere all’urto dell’inizio infuocato dei bulgari, che nei primi minuti giocano con personalità, pressando in modo asfissiante i rossoneri e provando a trovare il vantaggio. I padroni di casa non si scompongono e prendono il mano il pallino del gioco, arrivando alle rete del vantaggio. Dopo, a risultato ampiamente acquisito, ordinaria amministrazione

Il Milan continua a prendersi rivincete dopo l’inizio di stagione traumatico e infila un’altra prestazione ampiamente sopra la sufficienza, mantenendo la porta inviolata e vincendo con il minimo sforzo, domando un Ludogorets comunque volenteroso e caparbio, che si presenta a San Siro con la sfrontatezza di chi non pensa al risultato, ma solamente a fare una bella figura e chiudere la partita nel miglior modo possibile. 

I bulgari, infatti, nei primi minuti imbrigliano i portatori di palla rossoneri, che per i primi 5-6 minuti non riescono ad uscire dalla propria metà campo, affidandosi sempre al lancio lungo per eludere il pressing altissimo portato dagli uomini in maglia verde
I ragazzi di Gattuso, però, non si scompongono e reagiscono immediatamente non facendosi sorprendere, resistendo a denti stretti quando c’è stato da soffrire, per poi prendere in mano il controllo della gara.

analisi tattica milan-ludogorets

Infatti, il maggiore tasso tecnico del Milan emerge ed i rossoneri lavorano bene in fase di transizione, con Cutrone, in una insolita posizione di esterno sinistra d’attacco, che interpreta benissimo questo nuovo ruolo e percorre chilometri su chilometri su quella fascia, lavorando bene e facendo salire la squadra. 
Proprio da una sua azione sulla sinistra nasce il gol: cross teso e rasoterra a tagliare tutta l’area di rigore ed imbucata della corrente Borini, alla terza gara consecutiva in cui trova la rete. 

Trovato il vantaggio, la gara quasi si spegne. Gli avversari continuano a provare qualche giocata per raggiungere almeno il gol della bandiera, ma i padroni di casa, anche in condizioni estremamente favorevoli, non si rilassano e non concedono neanche un centimetro. 

Ottima la prova di Zapata che non giocava dal 7 dicembre, così come positivo è stato l’ingresso in campo di Josè Mauri che è stato inserito dal tecnico rossonero al posto di Kessie. Non particolarmente brillante, invece, è stata la prova di Locatelli, che ha perso un paio di palloni sanguinosi al limite dell’area di rigore, costringendo i compagni a metterci una pezza. 

Gattuso è finalmente soddisfatto del suo gruppo, i ragazzi stanno mostrando grande attaccamento alla maglia e con questo ritmo nessun sogno diventa impossibile: già domenica all’Olimpico ci sarà uno snodo fondamentale per questa stagione. Infatti, qualora si dovesse espugnare il campo della Roma, il distacco dai giallorossi si ridurrebbe ad appena 6 lunghezze e veramente ogni obiettivo diventerebbe possibile. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€