Milan, due interessi in meno per Yonghong Li: arrivano le smentite di Usmanov e Rybolovlev

I due magnati russi smentiscono ufficialmente di essere stati contattati per prelevare l’acquisto del club rossonero.

Continua ad essere nebulosa la vicenda che coinvolge l’azionista di maggioranza del Milan, Yonghong Li, sul quale girano voci preoccupanti sulla sua situazione economica, che potrebbe influire nella gestione del club rossonero. Mr Li, è anche alle prese con il debito di 303 milioni più interessi da saldare nei confronti del fondo Elliott.

Nel frattempo l’amministratore delegato milanista, Marco Fassone, si trova a Londra per incontrare insieme ai banchieri di Merrill Lynch alcuni investitori interessati alla società, in modo da poter rifinanziare il debito con il fondo americano. In questi giorni, sono però emersi i nomi di due magnati russi come Alisher UsmanovDmitrj Rybolovlev, secondo alcune indiscrezioni contattati per l’acquisto del Milan.

Il primo possiede il 30% dell’Arsenal, mentre il secondo è il patron del Monaco, ma entrambi hanno smentito attraverso un comunicato ufficiale di essere stati contattati per un’eventuale trattativa. Per come stanno attualmente le cose, è facile che da qui in avanti sia Elliott a prendere in mano il club e cederlo al migliore offerente per potergli garantire un futuro sicuro. Vedremo come si evolverà il tutto nei prossimi mesi, sperando si faccia chiarezza su una vicenda che è sempre stata oscura da quando tutto ha avuto inizio.