MotoGp 2018, Gp d’Olanda, dichiarazioni Lorenzo e Dovizioso dopo la gara

Si è concluso il Gp d’Olanda, ottava prova del motomondiale 2018.

Alla fine ha vinto il più forte del mondiale. Marc Marquez allunga ancora in classifica, guadagnando terreno su Valentino Rossi, giunto quarto al traguardo. Adesso il pilota spagnolo ha 140 punti, 41 in più rispetto al pilota marchigiano.

L’ordine d’arrivo ha visto un podio dominato dagli spagnoli, ai primi tre posti davanti alla coppia d’italiani Dovizioso e Rossi. Per Lorenzo, invece, una battuta d’arresto annuciata con il settimo posto.

Andrea Dovizioso, durante la conferenza stampa del giovedì al Mugello (foto da: motogp.com)
Il pilota di Forlimpopoli ha dovuto lottare a lungo con Rossi e alla fine lo ha battuto, ottenendo un quarto posto. Subito dopo la gara è voluto ritornare sulla lotta con il pilota marchigiano che, pare, sia rimasto deluso da come sono andate le cose. In particolare si è soffermato su una staccata che gli avrebbe fatto perdere del tempo utile, ma lui ha risposto in maniera decisa. Quando si è in una situazione di parità, quello che si trova all’interno decide come deve andare la staccata.

Poi per quanto riguarda il Gp d’Olanda, il suo commento è stato di sorpresa per le condizioni di difficoltà. Carenate incredibili, grande aggressività e il risultato finale non lo rende contento. Le gomme hanno subito un cambiamento e sulla pista si è visto. Non era il più veloce e su questo aspetto bisognerà migliorare in futuro. Non si riesce a gestirle al meglio, occorre trovare una mescola migliore. Solo così si può sperare di lottare per la vittoria.

Jorge Lorenzo, davanti a tutti durante i primi giri del gp d’Olanda 2018.
Fonte: Twitter

Il suo compagno di squadra Lorenzo, non pare sia molto soddisfatto della sua prestazione. Anche se all’inizio, grazie ad una ottima partenza ha mesos in difficoltà tutto il gruppo dei migliori. Ha affermato come sia stato bravo con la frizione e fortunato visto che ha avuto occasione di passare all’esterno quando tutti hanno scelto una traiettoria interna.

E’ rimasto in testa per tanti giri, senza il passo giusto, ma con grandi staccate è rimasto davanti. Nel T4 ha perso molto, nonostante provasse ad avere un grande passo negli altri settori.

 

 

 

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega