Leicester, Shakespeare ha convinto: resta manager fino a giugno

Il Leicester conferma Craig Shakespeare come manager sino al termine della stagione.
I due successi ottenuti in altrettante partite, entrambi per 3-1 su Liverpool e Hull City, sono valsi la conferma al manager del club, almeno fino al termine della stagione, per quello che era l’ex vice-allenatore, adesso promosso ad interim dopo l’esonero shock di Claudio Ranieri, che aveva scosso il mondo del calcio appena qualche settimana fa.

Il presidente del Leicester, Vichai Srivaddhanaprabha, nei giorni precedenti non solo ha deciso di assumersi la piena responsabilità dell’esonero del tecnico romano, che nella scorsa stagione aveva condotto le Foxes ad uno storico titolo, ma è già rimasto impressionato dall’inzio sprint che ha avuto il 53enne tecnico inglese, appena promosso primo allenatore per sostituire proprio Ranieri.

Adesso Shakespeare è nella lista dei candidati per guidare la squadra anche durante la prossima Premier League.
Le due vittorie di seguito per 3-1, contro avversari ostici come Liverpool e Hull, hanno ridato morale all’ambiente e riportato a galla il Leicester in classifica, portando a +5 il margine dalla zona retrocessione, vero incubo che quest’anno stava incombendo sul club, che nonostante la conquista storia dello scorso campionato, in questa stagione stava annaspando pericolosamente, lottando pericolosamente per la permanenza nella massima Serie inglese.