Leicester City-Roma 1-1, voti e pagelle: “Zalewski e Pellegrini salgono in cattedra”

Lookman risponde a Pellegrini nel primo atto della semifinale di Conference League.

Si decide tutto a Roma.

Il pareggio del King Power Stadium ha convinto entrambe le compagini in un match di grande equilibrio e che ha divertito solo a sprazzi.

Sia il Leicester, che la Roma hanno anche (e soprattutto) pensato a reggere l’urto della fase offensiva avversaria e si concedono il lusso di dividersi la posta in gioco in questo primo atto delle semifinali di UEFA Conference League.

I giallorossi di Mourinho partono molto bene e con il piglio giusto, soprattutto grazie ad un ottimo Zalewski che non trema di fronte all’importanza del match ma gioca con grande entusiasmo e qualità.

Lo stesso Zalewski regala l’assist a Pellegrini per il vantaggio giallorosso con il Leicester compassato e in difficoltà anche a causa di una formazione titolare non troppo convincente.

Rodgers aggiusta il tutto con i cambi, soprattutto quello di Harvey Barnes che cambia il match e offre, nel secondo tempo, l’assist vincente a Lookman per il pareggio.

La sfida tra Vardy e Abraham finisce in parità ma nessuno dei due ha realmente brillato, soprattutto Vardy che, tornato da un infortunio, ha dimostrato di non essere ancora in condizione.

L’1-1 finale rinvia ogni discorso possibile al match dello Stadio Olimpico di Roma.

Le pagelle del Leicester City

Schmeichel 6,5: Buone parate, specie quella su Oliveira alla fine. Comanda la difesa da vero leader.

Ricardo Pereira 5,5: Perde totalmente il duello con Zalewski. Fortunatamente per la Roma, in attacco non si vede mai.

Fofana 5: Errore evidente quello di perdere l’uomo sull’1-0 della Roma. Pellegrini viaggia in area di rigore fin troppo indisturbato.

Evans 6: L’unico che ha ben retto delle Foxes in difesa. L’esperienza aiuta e gioca un match di sostanza, non rendendo Abraham una vera minaccia.

Castagne 6: L’ex Atalanta è sfortunato e la sua gara dura solo 21 minuti a causa di un problema fisico. (dal 21′ Justin 5,5: Nel secondo tempo ci sono state più sbavature rispetto che nel primo).

Maddison 6,5: Giocatore di enorme qualità e anche stasera lo dimostra. Bravissimo nello smarcarsi e nell’inventare grandi traiettorie ai compagni.

Tielemans 6: Match di grande sostanza che di qualità. Non si fa vedere molto in impostazione, ma fisicamente è insuperabile.

Dewsbury-Hall 5,5: Ci si aspettava di più da lui. Gioca col freno a mano tirato forse anche a causa dell’ammonizione presa ad inizio match.

Albrighton 5,5: Prestazione non brillantissima di uno dei giocatori più rappresentativi di questo club. Gioca in fase molto offensiva, ma non riesce ad incidere se non per qualche fiammata. (dal 63′ Iheanacho 6,5: Entra in campo con il piglio giusto e spaventa Rui Patricio più volte).

Vardy 5: Rientra frettolosamente dopo l’infortunio patito e mostra di non essere in grande condizione. Partita poco brillante dove si fa vedere ben poco. (dal 62′ Barnes 7: Devastante. Entra in campo e dopo 4 minuti confeziona l’assist per il pareggio delle Foxes. Non può stare fuori un giocatore della sua qualità e del suo estro).

Lookman 6,5: Bravo e fortunato, ma nel complesso uno dei migliori dei suoi. L’esterno del Leicester è veloce e di grande qualità ed è bravissimo a tagliare in area di rigore e vincere il confronto fisico con Mancini per il gol dell’1-1 dove il pallone tocca sia la sua gamba, che quella del centrale giallorosso. (dal 83′ A.Perez SV)

Brendan Rodgers 6: In attacco la squadra riesce a rendersi pericolosa mentre cala vertiginosamente l’attenzione in difesa. Bene nelle sostituzioni, ma il match delle Foxes è convincente a sprazzi.

Le pagelle della Roma

Rui Patricio 6,5: Conosce la Premier e la pericolosità delle squadre inglesi e gioca una buonissima partita facendosi trovare pronto in più occasioni.

Mancini 6: Partita buona, peccato per essersi fatto beffare da Lookman per il gol del pareggio. Nonostante ciò, impossibile non dargli almeno la sufficienza.

Smalling 6,5: Leader difensivo e spirituale della squadra. Giganteggia nel primo tempo contro un Vardy spento e neutralizzato dalla sua marcatura.

Ibanez 6: Prestazione positiva e senza sbavature. Bravo in alcune chiusure.

Karsdorp 6: Meno brillante del solito in fase d’attacco, ma pur sempre utile e risolutivo nelle sue giocate. Preferisce scalare in difesa e aiutare i compagni.

Cristante 6: Prestazione fisica e di sostanza. Non sfigura contro il centrocampo del Leicester, unica pecca è quella di non essersi praticamente mai visto in fase di impostazione e di qualità

Mkhitaryan 6: Buon primo tempo ma è sfortunata vittima di un infortunio alla coscia destra che lo costringe ad abbandonare il campo. (dal 57′ Veretout 5,5: Non entra con grande verve, fa pochissimo).

Zalewski 7: Non gli tremano le gambe in una serata molto importante dal punto di vista individuale. E’ da lui che nasce l’azione del gol con una grande giocata personale e un’assist al bacio per Pellegrini. (dal 85′ Vina 6 SV)

Pellegrini 7: Ci pensa il capitano in una delle notti più importanti della stagione. Bravissimo nel leggere le intenzioni di Zalewski, inserirsi con i tempi giusti e freddare il portiere delle Foxes. Gol importante, di un giocatore che ha dimostrato nel corso di tutta la partita di saper ispirare al meglio i compagni. (dal 85′ Afena-Gyan SV)

Zaniolo 5,5: Eroe nel match contro il Bodo, fantasma nel primo atto della semifinale. Poco lucido e risolutivo, tocca anche pochi palloni rispetto al suo solito. Servirà il miglior Zaniolo nel secondo confronto. (dal 69′ S.Oliveira 5,5: Entra in campo malissimo, poi inizia a carburare e sfiora il gol dell’1-2).

Abraham 6: Partita in crescendo per lui che inizia fin troppo nascosto e con grande difficoltà nello smarcarsi, per poi prendere coraggio e rendersi pericoloso smarcando i compagni. Tiri? Praticamente nessuno.

Josè Mourinho 6: La Roma non gioca male e fa bene il proprio compito. Squadra molto tattica ed è forse questa l’unica pecca visto che è mancato il sussulto o il coraggio per aggredire gli avversari. Per l’andata, va bene così.