Lazio-Juventus 1-2, voti e pagelle: Cancelo e Ronaldo la ribaltano, bene Lucas Leiva e Luis Alberto

La Juventus si accende per 20 minuti, recupera lo svantaggio con la coppia portoghese Ronaldo-Cancelo e nega alla Lazio una prestigiosa e, per lunghi tratti, meritata vittoria.

La partita migliore della stagione della Lazio coincide con una delle sconfitte più beffarde mentre la gara peggiore della Juventus non cambia il disco di questo campionato.

(Fonte account “Twitter” ufficiale della stessa Juventus)

Una prestazione perfetta, con una Lazio vivace ed intraprendente di fronte ad una Juventus impotente, confusa e distratta, che si è spezzata a pochi passi dal traguardo evidenziando una volta di più dei limiti caratteriali della squadra di Inzaghi.

A nulla sono servite le ottime prestazioni di Lucas Leiva e Luis Alberto, la spinta ed il sacrificio di Parolo, l’ordine e la cattiveria del gruppo e, in venti minuti, da una serata sogno si è passati ad una beffa inaspettata.

Onore alla Juventus per non aver smesso un secondo di crederci anche nella serata più storta dell’anno, e, in particolare a Szczesny, spesso provvidenziale, ai cambi, gli ingressi di Cancelo e Bernardeschi senz’altro decisivi, per una serata che sa tanto di fuga definitiva verso l’ottavo scudetto.

VOTI

MIGLIORI

Cancelo e Szczensy 7,5: l’ingresso del portoghese è la valvola di sfogo ideale per una Juventus a corto di gioco e di idee, la sua intraprendenza è decisiva creando scompiglio nell’ordinata retroguardia bianco celeste. Il portiere polacco, invece, tiene a galla i suoi finché può limitando i danni di un’ora di gioco approssimativa e surreale.

Lucas Leiva e Luis Alberto 7: il primo tiene a bada l’intero centrocampo facendo sembrare fuori luogo i corrispettivi bianconeri mentre lo spagnolo ritrova il dinamismo e la pericolosità dei giorni migliori senza riuscire a trovare, però, la zampata decisiva.

Ronaldo e Bernardeschi 7: il portoghese da autentico leader sprona continuamente la squadra in una serata buia e complicata fin dalle prime battute. Poi, dal dischetto, dove aveva recenti ricordi negativi, con freddezza non fallisce la conclusione che decide il match. L’azzurro, invece, gettato nella mischia per risollevare le sorti della gara, crea più occasioni da solo che il resto della squadra nella prima ora di gioco con velocità, padronanza tecnica e matura lucidità.

Parolo e Correa 6,5: adattato sulla fascia, Parolo spinge e mette spesso in difficoltà Alex Sandro con inserimenti propositivi e difficili da leggere mentre il fantasista argentino illumina la manovra offensiva con giocate di qualità.

Dybala 6,5: per un’ora perso con il resto dei compagni ma gli ingressi di Cancelo e Bernardeschi danno nuova linfa vitale e da “tuttocampista” si prende in mano la regia dei venti minuti decisivi.

PEGGIORI

Immobile 5,5: gara sufficiente in generale ma pesa l’errore per il potenziale 2-0 che avrebbe, senz’altro, chiuso i conti e regalato ai suoi la serata perfetta.

Douglas Costa 5,5: costantemente raddoppiato, ne salta uno ma l’altro gli piomba addosso senza dargli spazio di manovra e in un’ora di gioco non trova mai le soluzioni giuste.

Lulic 5: macchia con una grave ed imperdonabile leggerezza tutto quello che di buono la Lazio aveva creato trasformano in incubo il sogno appena accarezzato.

Emre Can 5: la serata è nera e si vede fin dalle prime battute, Allegri fa mea culpa dicendo di avergli sbagliato il ruolo e, in effetti, gli ultimi minuti lo liberano dai gravosi incarichi di regia rendendolo così più a fuoco. I tanti errori sbadati, le diverse leggerezze ed il goffo autogol ne condizionano però il voto.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini