Juventus-Verona 1-1, Pirlo: “Partita difficile. Dobbiamo migliorare, non dobbiamo subire per reagire”

Le parole dell’allenatore della Juventus Andrea Pirlo dopo il pareggio ottenuto contro il Verona. Il tecnico ha sottolineato come la squadra non debba aspettare di prendere uno schiaffo per reagire.

Nuovo passo falso per la Juventus che dopo Crotone si fa fermare in casa dal Verona sull’1-1 nella partita valevole per la quinta giornata di Serie A.

Pirlo

I bianconeri hanno sofferto la pressione degli scaligeri per un’ora di gioco, ritrovandosi sotto a causa della rete di Favilli. L’ingresso di Kulusevski al posto del disastroso Bernardeschi, primo colpevole sul gol gialloblu, ha cambiato la partita ed alla fine lo svedese ha segnato un gran gol firmando il definitivo 1-1.

Ciò che preoccupa maggiormente i tifosi e che è oggetto di studio tra gli addetti ai lavori è che la Juventus debba prima ricevere un ceffone per poter rispondere. Anche Andrea Pirlo, allenatore dei bianconeri, si è soffermato su questo a Sky, dichiarando come la squadra non può permettersi cose del genere: “Una partita difficile ti vengono a prendere a tutto campo, non siamo riusciti a saltare la loro pressione, abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio, potevamo fare meglio, i centrocampisti hanno fatto una buona partita, Arthur è stato bravo ma dobbiamo migliorare. Lo sapevamo che sarebbe stato più difficile che a Kiev per l’intensità, abbiamo lavorato sull’uomo contro uomo, non dobbiamo prendere lo schiaffo per svegliarci, dobbiamo partire dall’inizio“.

Per la prima volta si è visto Dybala da titolare con l’argentino che dopo mesi di inattività, ha giocato l’intera partita. Rendimento che ha soddisfatto Pirlo che ha dichiarato come abbia dato tutto fino all’ultimo minuto: “Dybala non ci aspettavamo stesse in campo novanta minuti, si è dato da fare fino alla fine e siamo contenti”.

Il tecnico bianconero ha rimproverato alla sua squadra la poca lucidità e la poca pressione effettuata nel primo tempo che ha fatto sentir comodo il Verona, ma non ha fatto drammi. Pirlo ha infatti visto buone cose, ma non vuole più prendere uno schiaffo per reagire: “Non dovrebbe essere così, un primo tempo troppo attendista, le occasioni migliori le nostre, dopo il gol una buona reazione ma non dobbiamo prendere lo schiaffo per reagire”

E sul perché Kulusevski non sia partito titolare, Pirlo ha spiegato che è stata per questione di turnover, spendendo buone parole per lo svedese:  “Kulusevski veniva da sei partite consecutive, era l’unico cambio, è entrato benissimo”. Su Bonucci, invece, uscito per un fastidio alla gamba sinistra, Pirlo non si è sbilanciato affermando però come già a Kiev aveva avuto problemi e sono nei prossimi giorni se ne saprà di più.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei