Juventus-Torino 4-1, Sarri: “Rigore ci ha mandato in confusione, poi è venuta fuori la nostra qualità”

L’allenatore della Juventus Maurizio Sarri ha parlato a Sky Sport al termine del derby contro il Torino vinto con un netto 4-1 dalla formazione bianconera.

Nessun problema per la Juventus che in questa trentesima giornata di Serie A si libera con un facile 4-1 del Torino in un derby mai stato in discussione.

La Juventus si è portata subito avanti in apertura con l’ennesimo gol di Dybala ed ha raddoppiato attorno alla mezz’ora con Cuadrado al termine di una grande azione. Sul finire del primo tempo, il Toro è rientrato in partita grazie al rigore segnato da Belotti, ma nella ripresa non c’è stata storia e prima Ronaldo su punizione e poi un’autorete di Djidji ha reso pesante il passivo.

I bianconeri hanno perso un po’ la bussola dell’incontro solo nei primi minuti della ripresa dove ai granata è stata anche annullata la rete del 2-2 di Verdi per fuorigioco di Belotti. A Sky, l’allenatore della Juventus Maurizio Sarri ha commentato la partita dei suoi ed ha confermato come il rigore abbia mandato in confusione la squadra: “Il rigore ci ha innervosito, ci ha fatto perdere il controllo della partita perchè pensavamo che fosse chiusa e lì abbiamo sbagliato noi. Abbiamo avuto qualche minuto di confusione nella fase iniziale del secondo tempo, poi nel momento in cui le due squadre erano completamente stanche è venuta fuori una qualità nettamente più elevata da parte nostra“.

Ancora una volta è stato Dybala a segnare il gol del vantaggio com’era già accaduto contro il Genoa e la Joya è a quota 11 reti in questo campionato. Sarri ha parlato del rapporto che ha con il talento argentino di Laguna Larga ed ha speso per lui parole importanti: “Un rapporto buono, diretto, schietto, senza nascondersi niente. Ma su Dybala non ho avuto alcun tipo di dubbio, perchè è vero che l’anno scorso non ha segnato tanto in campionato, ma se prendi il campionato di 2-3 anni fa aveva segnato tantissimo,. Aveva avuto solo una stagione sfortunata”.

Nel derby è andato a segno anche Cristiano Ronaldo e lo ha fatto per la prima volta su punizione dopo 43 tentativi e Sarri ha definito il suo gol straordinario. Il tecnico toscano ha anche rivelato di aver capito che il fuoriclasse portoghese soffrisse il non segnare da calcio piazzato, con Ronaldo che gli ha detto a fine partita un “finalmente” carico di significati.

Giornata importante per Gigi Buffon che scendendo oggi in campo è divenuto il giocatore con più presenze nella storia della Serie A, toccando quota 648 gettoni. Sarri ha scherzato su ciò con la sua solita ironia: “Quello di gol non lo dovrebbe battere .Un po’ rischia”.

Sarri si è poi soffermato sulle prestazioni di alcuni giocatori in primis Cuadrado che lo ha sorpreso per la sua disponibilità a giocare sulla linea difensiva nonostante le sue doti offensive. Il tecnico bianconero ha anche elogiato l’ottima prova di Bernardeschi che sta dando seguito ad un buon periodo per lui ed ha dichiarato come Douglas Costa trovi sempre il modo scombinare le partite e le difese avversarie. Dal punto di vista della manovra offensiva, Sarri si è detto molto soddisfatto delle qualità tattiche e tecniche che ha a disposizione.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei