Juventus-Roma, Sarri: “Sui calendari semplice constatazione. Domani gioca chi è in condizione”

L’allenatore della Juventus Maurizio Sarri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Roma che chiuderà il campionato dei bianconeri. Il tecnico toscano non ha voluto sciogliere le riserve sul chi giocherà ed è tornato a parlare della sua dichiarazione sui calendari di qualche giorno fa.

Ultima giornata di Serie A per la Juventus che domani all’Allianz Stadium ospiterà la Roma per poi essere premiata per il nono anno consecutivo con la coppa scudetto.

Quella di domani sarà una partita che non ha più nulla da dire in termini di classifica visto che anche la Roma ha raggiunto il suo obiettivo, vale a dire la qualificazione alla fase a gironi dell’Europa League. Nonostante tutto, entrambe le squadre vorranno chiudere bene la stagione per preparare al meglio i loro impegni europei.

Per la Juventus tra sette giorni ci sarà una sfida molto delicata contro il Lione e Maurizio Sarri quest’oggi in conferenza stampa ha fatto capire come potranno esserci molti cambi. Il tecnico bianconero, però, non ha voluto far nomi, dichiarando come domani giocherà solo chi dà garanzie fisiche: “Fra una settimana andremo a giocare una partita importantissima e dovremo farci trovare pronti. Domani faremo giocare chi è in condizione di farlo, cercheremo di fare una bella partita e fare una bella festa”.

Sarri è poi ritornato sulle dichiarazioni fatte dopo la sconfitta contro il Cagliari, con l’allenatore bianconero che aveva affermato come la lega non aveva aiutato la sua squadra con il calendario. L’ex tecnico di Napoli e Chelsea, però, si è difeso dalle accuse di chi gli aveva detto di cercare alibi: Non ho mai detto sbagliato. Ho fatto una constatazione. Dal 20 luglio al 1° agosto ci sono state 5 partite, poi uno si deve adeguare al calendario e nel farlo faremo delle scelte. Poi io non è che non mi rendo conto delle difficoltà di fare i calendari. Non è facile per noi adeguarci ma non è facile neanche per loro crearli”

Quella di domani sarà una partita dove entrambe le squadre giocheranno con la mente sgombra. Sarri ha dichiarato come questo può giovare dal punto dello spettacolo e di come sia difficile prevedere che tipo di partita sia: “Quella di domani è una partita fra due squadre spensierate. Può venir fuori una bella partita dal punto di vista dello spettacolo. È sempre difficile in questi casi fare previsioni sul tipo di partita che ci aspetta”.

Dal prossimo anno, l’allenatore della Juventus Under 23 sarà Andrea Pirlo, annunciato dal club bianconero nella giornata di ieri. A Sarri è stato chiesto se gli sarebbe piaciuto allenare Pirlo e di dare un giudizio sui giocatori della squadra giovanile bianconera. Il tecnico toscano ha dichiarato come allenare Pirlo non sarebbe piaciuto solo a lui, ma a qualsiasi altro allenatore. Per quanto riguarda la Juventus Under 23, Sarri ha riconosciuto come siano ragazzi che hanno tutto per fare bene: ” Sui ragazzi dell’Under 23 non so per i limiti d’età chi ci sarà il prossimo anno, ma questi sono ragazzi a posto che hanno qualità ed entusiasmo“.

In vista della sfida di Champions League contro il Lione, Sarri ha dichiarato come Ramsey dovrebbe riuscire a recuperare, mentre per Dybala ci sono ancora dei dubbi. Il recupero procede bene, ma l’allenatore bianconero non sa ancora quando potrà averlo a disposizione: “Paulo è sempre in mano allo staff medico e mi dicono che sta procedendo tutto in maniera regolare, però quando rientra in gruppo non lo so“.

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei