Juventus-Roma 1-0: bianconeri ancora avanti di misura e con il classico cinismo delle grandi

La Juventus prosegue la sua marcia.

Nel posticipo serale dell’8^ giornata della Serie A TIM 2021/2022, la banda di Max Allegri sconfigge per 1-0 la Roma di José Mourinho.

La decide un’azione flipper, cross di De Sciglio, colpo di testa di Bentancur e pallone che carambola sulla testa di Moise Kean prima di infilarsi in rete.

Ancora un’altra grande prova di forza, cinismo e resilienza della banda di Max Allegri.

Dopo un primo tempo che ha visto la Roma partire meglio e mettere più volte alla prova l’ex di turno Szczesny.

Il portiere polacco ormai ritrovato, da enormi segni di miglioramento dopo i disastri delle prime giornate.

Praticamente perfetto nel primo tempo a respingere prima il colpo di testa di Gianluca Mancini, poi il tanto discusso e polemizzato rigore calciato da Veretout – pressoché rigorista ufficiale della Roma, uno che raramente sbaglia dal dischetto…

La tattica che porta i bianconeri alla sesta vittoria stagionale – nelle ultime 7 partite – quinta di fila, terza consecutiva per 1-0 e 3° clean sheet stagionale consecutivo, è pressoché la stessa ormai dalla partita con il Chelsea.

Accorciarsi e compattarsi come si deve, e agire di ripartenza approfittando dello sbilanciamento avversario.

La difesa quindi torna a funzionare, con un Chiellini tornato pressoché in formato mondiale, decisivo in diverse incursioni giallorosse potenzialmente pericolose, su Pellegrini e Vina in particolare quasi salva la sua porta.

La nota forse più dolce è Mattia De Sciglio.

Da anni giocatore tanto vituperato, dimostra di valere più di quanto si maligni, dimostrando anche di guadagnarsi la fiducia che Allegri non ha mai smesso di riporgli.

Suo il cross da cui si genera il gol, sue diverse altre incursioni e palloni pericolosi piazzati in area di rigore, come quello che quasi manda in gol Bernardeschi prima – rovesciata respinta da Rui Patricio – e Kean poi – fallito clamorosamente il tap-in vincente da due passi.

Se parliamo di note positive e di giocatori che mostrano ampi segni di miglioramento, proprio Bernardeschi è l’emblema di ambedue i casi.

Probabilmente per via del dover fare di necessità virtù, causa l’attuale situazione dell’organico juventino, l’ex viola si riscopre giocatore preziosissimo.

Abile in fase di costruzione del gioco, di incursioni pericolose, e anche improvvisandosi centravanti pericoloso – sfiora il gol in almeno due occasioni.

Per la Juve questo match rappresentava l’inizio di un trittico di fuoco, cui farà seguito due trasferte tostissime, prima quella complicatissima – specie sul piano ambientale-logistico – in casa dello Zenit in Champions League, poi il Derby d’Italia a San Siro contro una Inter ferita dalla sconfitta contro la Lazio e perciò desiderosa di vendetta.

Un mese, questo Ottobre 2021, che dimostrerà davvero di che pasta sono fatti questi giocatori.

Le premesse sembrano decisamente buone.

Voti e pagelle.

Szczesny, voto 7.

Ormai ricordo sbiadito le disastrose prestazioni di inizio stagione.

Ritrovata la forma migliore, il polacco è tornato ad essere certezza di questa squadra.

Salva subito su colpo di testa di Mancini a inizio partita e neutralizza il rigorista Veretout.

Grandissima prova contro la sua ex.

Chiellini, voto 7.5

Vecchio a chi ?

Regge una intera partita e una intera difesa con la forza fisica e mentale di un ragazzino, dalle sue parti non passa nessuno, come ai bei vecchi tempi. Baluardo.

De Sciglio, voto 7.

Cross per il gol vittoria, tante incursioni e tanti palloni dispensati in area di rigore. Quante critiche si è preso nel tempo questo ragazzo. Lui preferisce rispondere sul campo.

Bernardeschi, voto 7.

Chiamiamola di necessità virtù o quel che vogliamo, un giocatore totalmente ritrovato rispetto allo scialbo interprete degli ultimi periodi.

Sfonda le fasce, svaria su tutto il fronte d’attacco, e si comporta anche da centravanti, sfiorando il gol in almeno due occasioni.

Ritrovato.

Kean, voto 6.

Si guadagna la pagnotta con il gol vittoria, il suo 1° stagionale allo Stadium.

Mourinho, voto 8.

La cosa più bella forse la fa lui: a fine partita mette da parte rabbia, frustrazione e polemiche, per andare in campo ad abbracciare gli avversari vincitori. Esempio da seguire !

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato