Juventus, Pirlo si presenta: “Qui per riportare entusiasmo, voglio un calcio propositivo. Dybala? Fa parte del progetto”

Andrea Pirlo è stato presentato quest’oggi come nuovo allenatore della Juventus. Il nuovo tecnico bianconero ha affermato di voler riportare entusiasmo nella piazza, proponendo un calcio propositivo. Sono arrivate indicazioni importanti anche in chiave mercato, con Dybala ritenuto incedibile.

Nella giornata di ieri è cominciata la nuova stagione per la Juventus, dando ufficialmente il via alla nuova era targata Andrea Pirlo. Un’era che i tifosi bianconeri si augurano possa portare molte gioie e possa essere più felice rispetto all’ultimo passato con Maurizio Sarri.

Pirlo

Quest’oggi, presso la sala stampa dell’Allianz Stadium, Pirlo ha tenuto la sua conferenza stampa di presentazione come allenatore della Juventus. Seconda conferenza stampa per il neo allenatore bianconero dopo quella tenuta un mese fa come tecnico della formazione under 23 bianconera.

Dopo solo un mese, la società ha deciso di promuoverlo subito in prima squadra, sorprendendo tutti e Pirlo ha accettato di buon grado. Il tecnico lombardo è tornato su questo argomento anche oggi ed ha rivelato come sia stata una scelta facile scegliere di allenare la prima squadra bianconera: “Appena mi hanno detto della prima squadra mi sono gettato a capofitto. Penso di essere al posto giusto nel momento giusto“.

L’obiettivo di Pirlo adesso è riportare entusiasmo nella squadra e tra i tifosi dopo un anno molto magro a livello di risultati e di gioco. L’ex centrocampista ha dichiarato di voler proporre un gioco propositivo e fatto di possesso palla, recuperando subito la sfera nel caso la si perda: “Voglio riportare un po’ di entusiasmo che magari è mancato nell’ultimo periodo. Voglio portare calcio propositivo con padronanza del gioco. Ai ragazzi ho detto che voglio che non si perda il pallone e quando si perde di recuperarlo velocemente”.

Negli ultimi giorni si era parlato di un possibile addio di Dybala, con il Real Madrid pronto a prelevarlo, ma Pirlo ha tolto l’argentino dal mercato. L’allenatore lombardo ha affermato che il giocatore fa parte del progetto e non intende privarsi di un talento come lui: “Dybala è un giocatore importante come gli altri, non è mai stato sul mercato”.

Anche nella prossima stagione, dunque, Dybala e Cristiano Ronaldo dovranno lavorare sulla convivenza tra di loro in mezzo al campo. A questo proposito, Pirlo ha affermato come sia importante lo spirito di sacrificio da parte di tutti per giocare in maniera efficace e per vincere: “Non sono a disposizione tutti i ragazzi perché stiamo facendo lavori a gruppetti. Appena avremo tempo ci metteremo in campo, i giocatori possono giocare tutti insieme basta che ci sia sacrificio da parte di tutti. Più giocatori di qualità ci sono e più possibilità di vincere ci sono. Il sacrificio però è sempre parte integrante”.

Per quanto riguarda il mercato, Pirlo ha rivelato come in uscita ci sia Higuain ed è già stato deciso assieme al calciatore che non fa più parte del progetto. L’argentino dovrebbe rescindere il suo contratto, mentre per quanto riguarda Khedira Pirlo ha affermato che ci sarà un confronto quando il tedesco avrà recuperato dai suoi problemi fisici. Anche l’ex Real Madrid, comunque, è destinato a lasciare la Juventus.

In entrata la Juventus farà alcuni movimenti, con Pirlo che ha dichiarato di aver parlato con la società a questo proposito. Il tecnico lombardo ha bisogno di giocatori con determinate caratteristiche per esprimere il gioco che vuole fare e lo ha sottolineato in conferenza stampa: “È normale che voglia certi tipi di giocatore, sono l’allenatore. Abbiamo degli obiettivi, sono l’allenatore ed è giusto che abbia certi giocatori in testa e non li dico a voi. Molto da cambiare? No, vedremo”.

La Juventus quest’anno vuole puntare al decimo scudetto e ad arrivare in fondo a tutte le competizioni. Pirlo non si è soffermato in particolare su una competizione, ma ha dichiarato come lui ed il suo staff sono lì per lasciare il segno ed ottenere trofei: Gli obiettivi della Juve sono sempre quelli di vincere. Non è facile ma siamo lì per quello”.

Ci sarà pochissimo tempo per preparare la prima partita di campionato, considerati anche i giocatori impegnati con le nazionali. Pirlo, però, ha fatto sapere come gli piacerebbe di vedere nella sua Juventus lo spirito della prima Juventus targata Antonio Conte per superare i più grandi ostacoli: “Magari raggiungere lo spirito di coesione della Juventus di Conte, mi piacerebbe riportare questo dna del lavoro del sacrificio e del lavorare l’uno per l’altro perché solo così si possono arrivare agli obiettivi”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei