Juventus-Lazio, dichiarazioni pre-partita di Allegri:”La Lazio lo scorso anno ci ha battuto, Ronaldo ci dà entusiamo”

Consueta conferenza stampa pre-partita di Allegri, alle ore 12.30, alla Continassa, prima della sfida alla Lazio.
Allegri, dichiarazioni prima della partita Juventus-Lazio
Fonte: Youtube

E’ la vigilia di una partita importante. E’ l’esordio di Cristiano Ronaldo di fronte al suo nuovo pubblico, così come si ha di fronte un’avversario particolarmente ostico.
Lo scorso anno fu una delle due squadre, insieme al Napoli, a violare il fortino di casa bianconero. La Lazio è una squadra ben allenata, come ammette lo stesso tecnico livornese, oltre ad avere uno dei prospetti più interessanti come mister.

L’arrivo di un campione come Cristiano Ronaldo ha sicuramente portato entusiasmo nell’ambiente, ma questo non deve distogliere dall’impegno di avere grande rispetto per l’avversario, essere umili.

Bernardeschi è un giovane che sta crescendo molto, Lo stesso Allegri ha riferito come l0 abbia provato come punta. Può anche fare la mezz’ala o il trequartista, senza avere cali di rendimento particolari.

Sul nuovo arrivato Cancelo mostra un po’ di preoccupazione riguardo la fase difensiva, sulla quale deve lavorare di più. Alex Sandro, invece, è cambiato rispetto allo scorso anno, ma può migliorare ancora.

Sulla partita col Chievo ha rimarcato come due errori abbiano messo in bilico una partita dominata dall’inizio alla fine. Il richiamo all’umiltà e alla solidità non manca. 

In rifierimento al gruppo, ha parlato di come avrà l’opportunità di far giocare tutti. Da Settembre si giocherà ogni tre giorni, ci saranno diversi elementi da far rifiatare. Mautidi è un giocatore molto importante sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo, bisogna ancora vedere se far giocare il centrocampo a due o tre nel prossimo incontro. C’è ancora un allenamento per poter decidere.

Deve ancora valutare se mettere in campo dal primo minuto Dybala e Mandzukic o uno dei due. Il calcio oggi è uno sport da giocare in 23, perciò qualcuno dev’essere lasciato fuori.

Sul ruolo di Ronaldo, dipende sempre da chi gli verrà affiancato. Se prima punta o esterno, dev’essere sfruttato per le caratteristiche che possiede. 

In riferimento al ruolo di Bonucci, il mister toscano lo valuterà in base alle prestazioni in campo. Da parte sua c’è grande disponibilità e volontà e questo è un aspetto positivo.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega