Juventus-Ferencvaros 2-1, Pirlo: “Siamo entrati in campo troppo superficiali. Dybala non bene, ma è in crescita”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo ha parlato a Sky dopo la vittoria della sua squadra contro il Ferencvaros per 2-1 nella quarta giornata di Champions League. Il tecnico bianconero ha rimproverato ai suoi la superficialità con la quale sono entrati in campo.

La Juventus non ha brillato, ma è arrivata comunque una vittoria per 2-1 contro il Ferencvaros che garantisce la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League.

Pirlo

I bianconeri non partono benissimo ed al 19′ sono gli ungheresi a passare avanti con Uzuni che beffa Szczesny tutt’altro che perfetto. La Juventus rimette a posto le cose al 35′ grazie a Cristiano Ronaldo e dopo aver dominato la ripresa trova il gol vittoria nel recupero con il gol del solito Morata.

Rispetto alla sfida contro il Cagliari, la Juventus non è stata particolarmente brillante e soprattutto nel primo tempo si è vista una squadra lenta ed imprecisa. Non soddisfattissimo della prima parte anche l’allenatore Andrea Pirlo che a Sky ha rimproverato la superficialità mostrata: “L’obiettivo era quello di entrare con un altro atteggiamento, lo avevamo detto prima della partita, negli spogliatoi prima di entrare, però si sa che quando si giocano queste partite che apparentemente sembrano semplici, poi vai incontro a delle difficoltà e così è stato stasera. Siamo entrati un po’ troppo superficiali e poi devi fare una partita a rincorrere”.

Nel primo tempo, la Juventus ha sofferto le ripartenze del Ferencvaros e proprio su una di queste è arrivato il gol degli ungheresi. I bianconeri sono poi corsi ai ripari nella ripresa, con Pirlo che ha sottolineato come la squadra si sia sistemata meglio in campo, effettuando una prima pressione più efficace: Non abbiamo fatto una prima pressione veemente come avevamo preparato, è normale magari dopo tante partite non avere sempre la stessa intensità. però era importante non sfilacciarci, non rimanere lunghi per prendere queste ripartenze. Ne abbiamo avute alcune nel primo tempo, poi nel secondo ci siamo sistemati un po’ “.

Il migliore in campo è stato senza dubbio Matthijs De Ligt. L’olandese è rientrato solo sabato sul campo da gioco, ma dimostra già una condizione fisica importante ed anche stasera è stato perfetto. Un ritorno importante sottolineato anche dallo stesso Pirlo che ha affermato come l’ex Ajax sia già un leader e di come dia tante cose alla squadra tanto in attacco quanto in difesa: “Ci consente di essere più aggressivi, ma anche in fase di impostazione ti può dare tanto, quindi riesce a tenere bene la squadra corta, ad andare in avanti che è quello che cerchiamo di provare durante le partite”.

L’altro lato della medaglia è Paulo Dybala che ancora una volta non è stato brillante. L’argentino è stato poi sostituito a metà gara da Morata, con Pirlo che ha riconosciuto come la sua sia stata una prova opaca. L’allenatore bianconero, però, ha anche voluto rincuorare il giocatore, affermando come sia in crescita a livello di condizione: Non ha fatto benissimo, ma è in crescita, perché viene da un periodo di inattività. Ha preso antibiotici per settimane ed è normale gli occorra un po’ più di tempo. Ma deve andare oltre la sua soglia per recuperare”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei