Juventus: adesso Zidane nuovo allenatore può diventare realtà

Il tecnico francese, eliminato dal Chelsea in semifinale di Champions, lascerà quasi sicuramente il Real Madrid. Nel cuore fa capolino la sua ex squadra, anche se l’ingaggio spaventa: 12 milioni più 3 di bonus.

La sconfitta in Champions League ha lasciato strascichi pesanti, tanto che tutti danno ormai per certo l‘esonero di Zinedine Zidane a fine stagione dal Real Madrid. Il tecnico transalpino, nonostante sia ancora pienamente in corsa per vincere il campionato, ha deluso le aspettative di quanti, alla “casa blanca” avevano sperato di aprire un altro ciclo vincente in Europa.

Quell’Europa che deve tornare terra di conquista per la Juventus, la ex squadra di “Zizou”. Proprio verso Torino si indirizza il destino del francese, che già un paio di estati fa stava per varcare le Alpi prima che scelte diverse ne deviassero il cammino.

La Juventus, orfana di Allegri dopo cinque anni ricchi di vittorie, aveva individuato nel suo vecchio fantasista l’uomo adatto a continuare il suo ciclo quasi decennale, e a far compiere alla squadra un ulteriore salto in avanti a livello internazionale, dopo due finali perse nel giro di tre anni.

La scelta ricadde poi su Maurizio Sarri ed oggi, con Pirlo in panchina, la serie di vittorie bianconera si è interrotta. Serve qualcuno che sappia rimarginare in fretta le ferite di una squadra che rischia di essere sventrata in estate, soprattutto se non dovesse arrivare la qualificazione in Champions.

Zidane sa come si vince: lo ha fatto in Europa (tre Champions di fila dal 2016 al 2018), ma anche in Spagna, dove ha vinto due Scudetti e due Supercoppe. Il suo ciclo al Real si è concluso non nella maniera auspicata, e in lui sarà scattato sicuramente un senso di rivalsa e il desiderio di riscattarsi sin da subito. Lo stesso che nutre la Juventus, dopo un anno vissuto tra mille tribolazioni.

Ciò che ci si chiede, a fronte di una volontà d’incontro comune che non dovrebbe mancare, è se vi siano le condizioni economiche per iniziare un progetto insieme. “Madama” ha a libro paga due allenatori, Pirlo e Sarri. 1,8 milioni d’ingaggio il primo, 5 e mezzo il secondo, che ha ancora un anno di contratto residuo.

In mezzo Zidane, che al Real Madrid percepisce qualcosa come 12 milioni più 3 di bonus. Un’enormità per le esangui casse bianconere. Bisognerà riflettere, valutare e poi decidere. Riflessioni che investiranno anche Zidane, il quale non è detto si rimetta subito in gioco. Possibile che si prenda anche un anno sabbatico per ricaricare le energie ed aggiornarsi, come fatto da altri colleghi (Allegri l’esempio più lampante).

Occhio, infine, alla corte della Nazionale francese, che in estate potrebbe salutare Deschamps. In tal caso, Zidane viene accreditato come primo successore. Lui, che lasciò la Nazionale nel modo più amaro: con un’espulsione, per la testata a Materazzi, e una finale mondiale persa. Sarebbe un bel modo per scrollarsi di dosso antiche ruggini e ricucire le ferite del passato.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus