Italia, Mancini: “Vinceremo Euro2021. Su Balotelli e Zaniolo…”

Intervistato ai microfoni di Sky Sport, Roberto Mancini si è concesso ad un’analisi sulla Nazionale e non solo.

“Il rinvio degli Europei di un anno, può fare solamente bene ad una nazionale giovane come la nostra. Avremo più tempo per lavorare, e per migliorarci. Se avessimo giocato questa competizione a giugno 2020, avremmo avuto di sicuro qualche difficolta in più, ma sempre senza mai sfigurare”.

Così, il tecnico dell’Italia, Roberto Mancini, ha esordito ai microfoni di Sky Sport 24. Tanti i temi analizzati dal tecnico, tra cui anche la situazione che il nostro paese sta vivendo causa emergenza coronavirus:

“La cosa più drammatica e triste da accettare sono le lacrime versate da tante famiglie. Chi è in grado di fare qualcosa di buono per l’altro, è pregato di farlo. Ho apprezzato tanto anche il presidente Gravina, che ha ceduto Coverciano alle persone che maggiormente hanno bisogno. Ho già chiesto di organizzare una partita tra operatori sanitari e Nazionale, quando questo sarà tutto finito”.

Sugli attaccanti a sua disposizione: “Siamo messi bene. Forse ci manca solamente qualcuno da poter inserire alle spalle di Belotti e Immobile. Zaniolo non lo vedo da falso 9, intanto mi fa piacere possa recuperare al meglio la sua condizione fisica. Keane ed Esposito sono due ragazzi giovani, che hanno già una buona esperienza. Possono e devono migliorare. Con loro ce ne sono altri molto bravi”.

Su Balotelli: “La mia speranza è che Mario l’anno prossimo torni a brillare come ha fatto ad Euro 2012, o con le maglie di Inter e City. Stiamo parlando forse del miglior attaccante del nostro calcio, che però deve tornare a dimostrare quanto vale”.

Infine, il tecnico, sentenzia così sul campionato: “Continuo a credere che la squadra più forte sia la Juventus, ma la Lazio ha dimostrato di poter tenere la corsa alla grande. In più hanno due o tre interpreti molto bravi. Sotto alcuni aspetti mi ricorda la Lazio vincitrice dello scudetto nel 2000”.

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi