Inter-Shakhtar Donetsk 0-0, dichiarazioni post-partita Conte: “I ragazzi c’hanno messo tutto, passaggio turno condizionato da decisioni arbitrali errate nell’arco della competizione”

Termina 0-0 il match tra Inter e Shakhtar Donetsk, valido per l’ultima gara del girone B di Champions League. Per i nerazzurri solo tanta sfortuna nelle conclusioni e una traversa, ma il posizionamento parla chiaro: quarti nel girone. Record storico negativo.

Un Antonio Conte visibilmente nervoso ha così analizzato il match nel post-partita: “La squadra ci ha messo tutto quello che aveva. A questi ragazzi ho davvero poco da dire, penso che solamente la sfortuna, gli arbitri e il portiere avversario, sia all’andata che al ritorno il migliore, c’abbiano bloccati il passaggio turno”.

Arbitraggio rivedibile: “Non mi riferisco a stasera, bensì a tutta la competizione. L’Inter è stata costantemente sfavorita, ogni mezza decisione è stata presa contro di noi. Questo è un saldo che a fine girone paghiamo caro e amaro”.

Antonio Conte, 51 anni, allenatore dell’Inter

I cambi: “Non penso di aver sbagliato i cambi o di averli fatti troppo tardi. La realtà dei fatti impone che io abbia giocato con due esterni alti dal 70′ come Perisic, subentrato a Young, e Hakimi, più due punte. Sanchez l’ho messo dentro con ancora Lautaro, poi negli ultimi 5, quest’ultimo ha finito le pile e ho preferito inserire Eriksen al suo posto. Non ci vedo nulla di strano o sbagliato, onestamente”.

Polemica con Capello: “Mister Capello, lei ci accusa di non avere un piano B, ma io le assicuro che ce l’abbiamo. L’Inter non è una squadra monotona, le squadre ci studiano partita dopo partita e per forza dobbiamo avere un modo di cambiare in corsa. Ci manca solo che spiffero anche di cosa si tratta in tv”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi