Inter: Marotta smentisce possibile addio

Smentita dallo stesso amministratore delegato, l’indiscrezione d’addio all’Inter lanciata stamattina da “Il Messaggero”.

“Inter, Marotta sotto pressione rimpiange i giorni sereni alla Juventus. Così, “Il Messaggero” ha titolato un articolo in merito al possibile addio di Beppe Marotta dal club nerazzurro.

Secondo il noto giornale, l’amministratore delegato sarebbe stanco e stressato dalle continue richieste di Conte sul mercato e dalla poca considerazione avuta da parte della Lega Calcio in merito alla situazione calendario, a tal punto da pensare di lasciare il club.

Affermazioni che hanno portato timore in tutti gli interisti, i quali riconoscono in toto la grandezza del lavoro svolto da Marotta in questi mesi.

Operato che non si fermerà a breve, ma anzi proseguirà con ancora più tranquillità, visto che dopo qualche ora dall’annuncio de “Il Messaggero”, è arrivata la puntuale smentita dell’amministratore delegato nerazzurro.

“Veramente non sono mai stato più sereno”, ha comunicato Marotta a Fabrizio Biasin, giornalista molto vicino al mondo Inter.

Per una frase che, oltre ad aver cancellato i polveroni mattutini, ha riportato l’Inter e i suoi tifosi nella spensieratezza di non aver perso il proprio dirigente centrale, in uno dei momenti più caldi e importante della stagione: ripartenza in campionato e sessione estiva di calciomercato.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi