Inter-Lugano 3-0, amichevole: buona la prima dei nerazzurri e di Lautaro Martinez

Termina 3-0 per l’Inter la prima uscita amichevole stagionale contro il Lugano. A segno all’esordio con i nerazzurri Lautaro Martinez, autore di un ottimo primo tempo, e Karamoh con una doppietta. Buona la prima per Spalletti e i suoi contro una squadra più avanti di preparazione e che tra 7 giorni debutterà in campionato per la prima partita stagionale. 

Una buona Inter riesce ad ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo: con il Lugano la gara termina 3-0. I nerazzurri, che nel primo tempo hanno schierato ben 4 (Lautaro Martinez, De Vrij, Nainggolan e Politano) dei 5 acquisti, riescono a terminare il primo tempo in vantaggio proprio grazie al gol dell’uomo più atteso: Lautaro Martinez. Ottima la gara anche degli altri neo acquisti, sin dal primo minuto in palla. Pochi gli episodi degni di nota oltre il gol nella prima frazione, tranne che una rete annullata ingiustamente per fuorigioco a D’Ambrosio e un palo a botta sicura di Candreva.

Ripresa che prosegue sullo stesso andazzo della prima parte di gara: Inter in pieno controllo del match. Non è un caso, infatti, che nei primi 10 minuti i nerazzurri oltre al raddoppio riescono anche a trovare il terzo e ultimo gol che chiude il match. L’autore delle 2 realizzazioni nerazzurre è Yann Karamoh, l’ultimo arrivato dello scorso mercato nerazzurro si è reso sin da subito protagonista in vista della prossima stagione. Nella restante parte di gara tanti i cambi, ma pochi i pericoli, sia da una parte che dall’altra. 90′ in panchina per Icardi, fuori per un leggero problema muscolare. 

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi