Inter-Juventus, Allegri: “Gara importante ma non decisiva. Inter favorita per lo scudetto”

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del Derby d’Italia contro l’Inter. Il tecnico bianconero ha sottolineato l’importanza della partita, spostando la pressione sull’Inter.

Domani alle ore 20:45 serata di grande calcio al Meazza dove l’Inter ospiterà la Juventus nel Derby d’Italia che vale la nona giornata di Serie A.

I nerazzurri vengono dalla sconfitta in campionato contro la Lazio per 3-1 e dal successo in Champions League con lo stesso risultato sui moldavi dello Sheriff Tiraspol, mentre i bianconeri dai successi contro Roma e Zenit, entrambi per 1-0.

Ma quando si gioca il Derby d’Italia, la classifica ed i risultati precedenti contano molto poco. La partita di domani è importante per entrambe le formazioni, con Massimiliano Allegri che lo ha ribadito quest’oggi in conferenza stampa. Il tecnico livornese ha detto anche la sua in merito alla corsa scudetto: “Domani sarà una bella partita tra due squadre importanti e sarà bello perché ci saranno 60 mila persone a San Siro. Per me l’Inter è ancora la favorita per lo scudetto”.

Una partita importante, ma non decisiva ai fini del campionato. Questo il parere di Allegri che ha dichiarato come fosse più importante la partita contro la Roma: Secondo me non è decisiva, ci permetterebbe a noi di allungare questa striscia di risultati. Per la nostra classifica era molto più decisiva quella con la Roma. Non possiamo pensare che in una partita possiamo tornare a vincere o perdere in campionato“.

Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo, Allegri ha fatto sapere di avere ancora dei dubbi e che non ha deciso nulla. Il tecnico livornese ha annunciato il rientro di Dybala tra i convocati, affermando poi come l’intera rosa sia al completo e che stanno tutti bene. Allegri ha sottolineato come ciò sia importante, in quanto anche i cambi a gara in corso potranno essere decisivi per vincere la partita come capitato in Russia.

In alcune occasioni, è capitato di vedere la Juventus fare fatica quando si tratta di fare la partita. Allegri ha rigettato quest’analisi, affermando come la cosa più importante sia rimanere concentrati a livello mentale sulla partita: “Non è che la Juve ha delle difficoltà quando deve fare la partita. Noi sbagliamo alcune cose, bisogna giocare sempre ben concentrati con la testa. In allenamento tutti devono lavorare per non sbagliare neanche una palla, ma nel calcio di oggi è impossibile non sbagliare nemmeno una palla. Noi dobbiamo lavorare per questo e in alcuni momenti dobbiamo evitare di fare errori che non vanno fatti”.

Nei due anni in cui non ha allenato, Allegri è stato accostato a tante squadre e tra queste c’è stata anche l’Inter. Lo stesso tecnico livornese ha affermato ciò, dichirando come di acqua sotto i ponti ne è passata molta e che è contento di aver preso la decisione di tornare alla Juventus.

In caso di vittoria dell’Inter, la Juventus potrebbe finire a -13 dalla vetta e potrebbe vedere allontanarsi la zona Champions. Allegri, però, ha ribadito come non sia una gara decisiva e che solo a pochi mesi dalla fine del campionato si fanno i conti: “Vista la classifica no non può ammazzarci. Non è una partita decisiva, sarà una bella serata per noi davivere. Poi a novembre vediamo quanto abbiamo rosicchiato e valutiamo il prossimo step. Le stagioni si decidono negli ultimi tre mesi e noi dobbiamo rimanere li. Poi certo se sei ha 28 punti è finita”.

Ad Allegri è stato chiesto poi un parere sulle parole di Bonucci su Ronaldo, con il difensore che ha dichiarato in settimana come senza il portoghese la squadra si sia responsabilizzata come gruppo. Il tecnico bianconero ha affermato come sia normale appoggiarsi ad un giocatore che garantisce molti gol come Ronaldo, confermando come la squadra sia più responsabile.

Per poter vincere la partita di domani, Allegri ha chiesto alla sua squadra di essere lucida e di giocare bene tecnicamente. Il tecnico bianconero ha sottolineato la forza dell’Inter a livello fisico e che quindi si dovrà battagliare molto, soprattutto nei primi minuti. Allegri ha speso poi belle parole su Dzeko e sulla rosa avversaria: “Dzeko sa giocare a calcio, fare gol e rifinire le azioni e si sposa bene con Lautaro. Hanno una rosa molto forte. L’Inter è la più forte del campionato ed è la favorita per lo scudetto”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei