Inter-Getafe, conferenza stampa pre-partita Conte: “Gara dura, ma non accettiamo di uscire dal campo con rimpianti”

Un Antonio Conte molto motivato quello che si è presentato al consueto appuntamento con la conferenza stampa pre Europa League. Tanti gli argomenti analizzati dal tecnico in vista degli ottavi di finale contro il Getafe.

Sulla partita: “Abbiamo studiato molto i nostri avversari. I ragazzi hanno potuto vedere con i propri occhi come questa squadra sia in grado di portare a casa ottimi risultati anche senza fare un gran calcio. Sarà dura, dovremo essere pronti a sporcarci le mani se ce ne dovesse essere il bisogno. I due attaccanti loro i pericoli numeri uno”.

Crescita e concentrazione: “I risultati ottenuti contro Genoa, Napoli e Atalanta sono piena testimonianza della grande crescita avuta da questa squadra. Siamo concentrati, sentiamo la pressione giusta. Vogliamo mostrare ulteriori passi in avanti”.

Antonio Conte, 51 anni, allenatore dell’Inter

Mentalità: “Come dico sempre, vincere aiuta a vincere. Nella nostra testa deve esserci solamente questo obbiettivo qui. In campionato non ci siamo riusciti, c’è stato qualcuno più bravo di noi. Il buon lavoro fatto, però, rimane”.

Sul suo futuro: “Non è importante parlare di me ora, sulla questione mi sono già abbondantemente espresso. Dobbiamo solo cercare di portare avanti questo obbiettivo, posso assicurarvi che l’obbiettivo numero uno è quello di non voler restare con i rimpianti”.

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi