Inter-Empoli 4-2, dichiarazioni post-partita Simone Inzaghi

Termina 4-2 per l’Inter il match contro l’Empoli valido per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie A. Nerazzurri in rimonta grazie all’autogol di Romagnoli, Lautaro Martinez (doppietta) e Sanchez. All’Empoli non basta il doppio vantaggio siglato da Pinamonti e Asllani.

Sulla gara: “I ragazzi sono stati bravissimi. Ho fatto loro i complimenti per come approcciato. Nei primi minuti la foga di voler subito segnare e far bene ci è costata cara, ma 37 tiri a 4 sono segnale di una grande prova. Non molliamo”.

Corsa scudetto: “Questa vittoria mette un bel po’ di benzina nel motore in vista della finale di Coppa Italia, per la quale dobbiamo recuperare forze e mette pressione lì davanti”.

Simone Inzaghi, 46 anni, allenatore dell’Inter. Fonte foto: Facebook, profilo ufficiale Inter

Hellas Verona-Milan: “Non abbiamo la testa lì, ma solamente sulla finale di Coppa Italia. C’è da concentrarci soltanto sul nostro percorso e solamente dopo osservare cosa fanno le rivali”.

Dispendio energetico: “Questa partita è stata intensa, l’Empoli fa correre molto soprattutto in fase di non possesso. Oggi lo sforzo è stato elevato, ma a fare la differenza devono essere le motivazioni e in questa fase per noi sono altissime”.

Pensieri sullo 0-2: “Dovevamo difendere meglio di squadra, ma non ho mai avuto dubbi sulla reazione che avrebbero avuto i miei ragazzi. Oggi è record di tiri in porta, ma con la squadra riguarderò i primi 35′ di gara per non rifare gli stessi errori”.

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi