MotoGp 2018, Gp di Valencia, dichiarazioni di Rossi e Vinales dopo le prove libere

E’ terminata la prima giornata del weekend di Valencia, ultima prova della stagione 2018.

Per la Yamaha non molto entusiasmo, visto la dodicesima piazza per Rossi nelle Q1 che gli hanno fatto saltare la seconda sessione, mentre per Vinales è un settimo posto alla fine della giornata.

Valentino Rossi si diverte a sgommare con la moto da cross nello scorso weekend.
Fonte: Facebook Valentino Rossi

Il pilota marchigiano è fuori dai primi dieci, ma nella seconda sessione ha fatto un buon tempo a Valencia e si sente competitivo sull’acqua:

“E’ stata una giornata interessante: avendo piovuto tutto il giorno, abbiamo potuto lavorare bene sul bilanciamento della moto. Quest’anno non avevamo mai girato in queste condizioni ed è stato importante poterlo fare oggi, specie considerando che domenica dovrebbe piovere. Questa mattina, con meno acqua, la pista era più veloce, ma io non ero a posto con la moto, non ho guidato bene e per questo sono fuori dai 10. Nelle FP2, però, abbiamo fatto un buon passo in avanti, abbiamo migliorato il bilanciamento della moto, sono stato veloce per tutto il turno. A questo punto le FP3 diventano cruciali, anche considerando che domani le condizioni potrebbero essere migliori. Nel 2017, guidare la M1 sul bagnato era un incubo, mentre adesso è più facile e più simile alla 2016, anche perché abbiamo fatto un passo in avanti nell’elettronica.”

Mark Vinales saluta Pedrosa dopo la sua scelta di lasciare la MotoGp.
Fonte: Facebook Vinales

Il suo compagno di squadra Vinales si è dimostrato piuttosto soddisfatto della prestazione in generale, come si evince dalle sue parole. Lo spagnolo parla, inoltre, del suo cambio di numero, dal 25 al 12 nella prossima stagione:

“Sono contento per oggi. Stamattina stavo bene e sono stato veloce. Nel pomeriggio è stato più difficile perchè c’era meno grip, ma sono stato costante. Dobbiamo migliorare domani, ma abbiamo lavorato con gomme usate, sono tranquillo. Dobbiamo lavorare ma abbiamo fatto un bel passo in avanti. Per il prossimo anno avremo un nuovo motore, una nuova squadra e una nuova vita, per questo ho deciso di cambiare il numero. Mi fa piacere tornare al 12 perché è tanto che non lo uso. L’utilizzavo da piccolo quando ero il numero uno e spero mi porti fortuna.”

 

 
 
 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega